Francesco Maurizio Mulino

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato inviatoci dall’Avvocato Giusy Oriente Vice Presidente della Commissione Giustizia del Partito Rinnovamento per l’Italia.
A seguire la missiva che abbiamo ricevuto:

Sento l’esigenza di manifestare la mia profonda perplessità in relazione all’ostinata indifferenza dei mass media e degli schieramenti politici entrati in consiglio in merito alle innumerevoli e gravi irregolarità che hanno contraddistinto le recenti elezioni amministrative a Milano, analiticamente e pubblicamente segnalate da Rinnovamento per l’Italia.
Verbali in bianco ed incompleti, stracolmi di cancellature ed anonime ed incomprensibili correzioni; dati mancanti o contrastanti; risultati finali riportati su fogli vaganti senza data, timbro e firma, selvaggiamente incollati sui verbali; schede inutilmente vidimate e scomparse nel nulla; conti che non tornano….
E chi più ne ha più ne metta, in barba alla presunzione di fede privilegiata degli atti pubblici.
Un fenomeno grave che in modo ciclostilato ed epidemico sembra aver interessato tutta la Penisola. Gravi anomalie che meritano un approfondimento per gli innegabili profili di illegittimità amministrativa ma anche per una possibile rilevanza penale.
Da Nord a Sud uno strano virus alieno sembra aver colpito alcuni presidenti d seggio inducendoli a commettere le stesse identiche mancanze tanto che, a voler essere malpensanti, si finisce col nutrire l’atroce sospetto che siano mancanze volute e che le consultazioni elettorali si siano oramai trasformate in una patetica farsa.
Milano come Brindisi, Roma, Bologna.
A Brindisi le gravi anomalie elettorali sono state denunciate pubblicamente durante la proclamazione degli eletti dalla stessa magistratura che ha anche provveduto a segnalare a chi di dovere 23 presidenti di seggio.
Conosco bene la realtà politica della mia città natale: a Brindisi la chiamata alle urne è stata fissata dopo l’arresto del sindaco a febbraio e le conseguenti dimissioni in massa dei consiglieri.
Solita ipotesi di reato: corruzione per una presunta mazzetta che il sindaco avrebbe intascato per pilotare l’aggiudicazione dell’appalto per la gestione dei rifiuti.
La solita storia di immondizia.
A rivincere a questa tornata elettorale la stessa coalizione che aveva sostenuto il sindaco uscente; all’opposizione uno schieramento che fa capo ad un ex magistrato antimafia e che si colloca sempre a sinistra.
La destra da noi è morta; si è suicidata qualche tempo fa.
Un esito irragionevole? Un voto incosciente e scriteriato degli anonimi lettori?
Forse o forse no. Come si può dirlo adesso?
Il neoeletto sindaco è una mia collega giovane e brillante che avrà parecchie gatte da pelare. Sulla sua coalizione non mi pronuncio.
A Milano ha vinto la sinistra.
Sono qui da un anno e mi aspettavo una realtà diversa, degna della decantata legalissima padania.
Invece è proprio vero che dove vai il mondo è paese.
Identiche situazioni con un’aggravante: qui tutti tacciono anche le figure istituzionali preposte al controllo.
Ed alla fine per dirla con Tom Stoppard, mi convinco sempre più che “Non è il voto la democrazia; è il conteggio”.
avv. Giusy Oriente (Vice Presidente Commissione Giustizia di Rinnovamento per l’Italia)

L’Avvocato Giusy Oriente a saputo in poche righe leggere anche il mio ed il nostro pensiero, nonostante siano terminate le elezioni di Milano 2016 ed eletto il Sindaco ed i 316 tra Consiglieri Comunali, Presidenti e Consiglieri di Municipio, noi dei Sostenitori Della Nazione Coalizione che vede il Movimento Sociale Popolare a fianco di Rinnovamento per l’Italia di cui sono Segretario politico nazionale, stiamo ancora vivendo nel pieno questa assurda tornata elettorale, prima la denuncia della Presidente Paola Graziella Vallelunga in procura per presunti brogli, poi il Ricorso al TAR Milano con udienza pubblica fissata al 22 settembre 2016, abbiamo visto di tutto, persino una foto con Francesco Sicignano ex Candidato che lo ritrae, con delle schede elettorali votate in mano fuori dai seggi elettorali, mi chiedo come sia possibile? Ciò che più mi colpisce, e che in una delle schede si legge agevolmente il voto a Matteo Salvini e che quest’ultimo non fa una piega non una denuncia non un comunicato stampa ma silenzio assoluto.
Abbiamo notificato il Ricorso al Tar per l’annullamento delle elezioni di Milano a tutti gli ex candidati Sindaco, al Sindaco ed al Comune di Milano, fatta anche la pubblicazione all’albo pretorio comunale, pubblicata in data 22 luglio 2016 dal Comune di Milano e leggibile a tutti sul sito del Comune, sia il Ricorso che l’ordinanza del TAR.
Vari sono stati i nostri tentativi di far uscire la notizia sui Media ma ne la carta stampata ne le TV stranamente ne vogliono parlare, Nemmeno i diretti interessati ne vogliono parlare, Forza Italia, Lega Nord e Fratelli d’Italia come d’altra parte la sinistra fanno come le tre scimmiette, non vedo, non sento, non parlo.
I cittadini Milanesi sono all’oscuro degli accadimenti e l’omertà che impera, dei giornali e delle TV è disarmante.
L’Avvocato Giusy Oriente ha letto le carte, ci ha seguito, ci segue e ci seguirà nell’evolversi degli accadimenti per quanto attiene la sua competenza, confido anzi, la coalizione tutta confida nel suo operato, l’analisi dell’Avvocato Oriente coincide con la nostra è risulta allarmante, Milano, Roma, Bologna, Brindisi ed altre da nord a sud meriterebbero l’attenzione non solo del Tribunale ordinario ma dell’antimafia.
L’amarezza nel vedere la sovranità popolare ridotta a brandelli e vedere l’ex PDL silente poiché quelli che si sono eretti Leader attraverso le TV ed i quotidiani a loro vicini, o per volere di qualche potente del centrodestra italiano, parlo di Salvini, Meloni e Parisi tutti e tre sono a conoscenza ma non parlano, non vedono e non sentono, politicamente complici nella loro omertà, almeno quanto i Media, un’amarezza che ha su di me un effetto capace di trasformare in un lampo quello stato d’animo in sentimenti molto più forti.
Non penso al contrasto alla mafia, quello è prerogativa delle Istituzioni preposte, ma penso al ripristino della Sovranità popolare, alla Democrazia, alla perdita dei valori nazionali, questo si che è prerogativa di Rinnovamento per l’Italia è prerogativa del Movimento Sociale Popolare e di tutta la Coalizione di centrodestra dei Sostenitori Della Nazione.
Una cosa è certa per coloro che ledono l’Italia e gli italiani noi siamo stati e saremo una enorme spina nel fianco. E’ una promessa.
Francesco Maurizio Mulino
Segretario politico nazionale di Rinnovamento per l’Italia e
Portavoce politico della Coalizione dei Sostenitori Della Nazione

A proposito dei brogli e delle irregolarità di Milano  abbiamo giò detto tutto , ora non mi resta che rivolgermi ai simpatizzanti di ‪#‎Forzaitalia‬ ‪#‎Lega‬  e appellarmi  alla loro onesta intellettuale …anche se simpatizzanti di altri partiti di centro destra  mi auguro per il futuro che riconoscano   le schifezze fatte anche da certi politici di centro destra! Auspico che i cittadini smettano di servire  certi “padroni” ! a cosa serve lamentarsi e basta ?  serve prendere una posizione forte e seria contro chi li danneggia prendendovi per il culo e buona parte del centro destra vi prende per i fondelli tanto quanto quella stessa malapolitica di certa sinistra.,.. ma almeno la malapolitica di certa sinistra è sotto gli occhi di tutti  ..mentre certo centrodestra mente sapendo di mentire e vi  addolcisce le malefatte illustrando solo cio che c è di buono in una loro scelta tralasciando di spiegarvi il rovescio e quindi il negativo della medaglia… spero che cominciate a prendere coscienza di quanto accade intorno a tutti noi.. e di quanto male fanno anche certi partiti che vi ostinate a difendere,….Il solo pensiero che giornali come Libero o Il Giornale o Telelombardia Milanow ma anche Repubblica ed il Corriere  nascondano notizie agli elettori cittadini  che hanno il sacrosanto diritto di sapere che fine, ad esempio , abbia fatto la loro espressione di voto, cose quindi di una certa importanza cosi come le gravi  irregolarità di voto su Milano, o che nascondano le i impugnazioni da noi fatte  del ricorso al Tar contro la proclamazione degli eletti e al quale potreste come cittadini votanti partecipare in nome della democrazia e della tutela dei vostri voti.. dovrebbe farvi venire la pelle d’oca dovreste indignarvi tutti di tanta omertà… a breve ci sarà il referendum chi garantirà il vostro futuro ??? la vostra democrazia.. la vostra scelta ? Sala, Majorino cosi come il Pd Nazionale sono intenti a rendere la vita facile ai cleandestini e Salvini tace sulle irregolarità di voto di Milano ? Parisi che è intento a fare il leader il quale tace su questa grave situazione di irregolarità che in un solo municipio vede 24 mila schede circa mal conteggiate ??’… ? siete liberi di farvi prendere per i fondelli….se vi fa piacere… ma noi non ci stiamo sia io che Francesco che la nostra Vice presidente della Commissione Giustizia Avv. Giusy Oriente che altri componenti di partito ed alleati non ci stiamo… ,,,,il futuro è nelle vostre mani… non lasciatelo nelle loro….. .
Paola Graziella Vallelunga
Presidente di Rinnovamento per l’Italia e
Portavoce politico della Coalizione dei Sostenitori Della Nazione
 

 

Si rende noto che l’ex Dirigente nazionale Roberto Pau è stato rimosso dall’incarico politico di Coordinatore Valle D’Aosta e non è più aderente al Partito Rinnovamento per l’Italia in quanto è pubblica la sua immediata adesione ad altro Partito. Mentre l’Incarico di ex Segretario nazionale è decaduto per disposto azzeramento degli incarichi da parte dell’Esecutivo nazionale, non più riassegnabile causa pervenuta disdetta.

Si rende noto che l’ex Dirigente nazionale Rossano Madia è dimissionario è pertanto il ruolo politico sia di Dirigente nazionale che di Coordinatore nazionale del Dipartimento Difesa e Sicurezza e decaduto per sopraggiunte dimissioni, inoltre avendo recentemente manifestato mezzo web il suo interesse ad aderire ad altro Partito, l’Esecutivo nazionale di RPI ha ritenuto corretto revocargli l’adesione al Partito concessagli a suo tempo.

I sopra elencati Signori non rappresentano più in alcun modo o maniera il Partito Rinnovamento per l’Italia ne per territorialità ne per quanto attiene Dipartimenti o Organismi di Rinnovamento per l’Italia e si diffidano dall’eventuale anche occasionale utilizzo di Titoli e rappresentanze del Partito e suoi Organismi non in vigore per cessazione di incarichi.

Il Segretario nazionale

Francesco Maurizio Mulino

Lettieri Sindaco questo è l’annuncio che fece qualche giorno fa l’On. Enzo Rivellini, EuroParlamentare Napoletano che con la Lista Amo Napoli ed altre, dopo aver sbandierato ai quattro venti la sua candidatura Sindaco. Questa l’altra faccia della medaglia, con il supporto di un personaggio Candidato nella Lista Napoli capitale, che per suo conto si fece promotore di un accordo politico, (il personaggio si rivelò poi essere uno stretto collaboratore anche dell’On. Ronchi ma di questo ne parleremo in altro momento) contattò Rinnovamento per l’Italia (RPI) ed il Movimento Sociale Popolare (MSP) che sono alleati sul territorio nazionale con presenza nelle competizioni elettorali di Torino con candidato al consiglio comunale Di Giuseppe Demetrio e due candidati alle Municipalità nella Lista Forza Italia , Milano con candidata al consiglio comunale la Presidente di RPI Paola Graziella Vallelunga + otto candidati alle Municipalità Lista Civica Noi x Milano, Roma con candidato Ennio Pietrangeli al consiglio comunale con un candidato alle Municipalità Lista Storace , Cagliari con un candidato in Lista civica in supporto al candidato Sindaco Massidda , Caserta con un candidato in Lista civica e Napoli dove la situazione ha preso una piega che lascia basiti… poiché ha Napoli  è stato siglato un accordo politico con “parola data” ed una stretta di mano come si fa tra galantuomini, l’accordo tra noi e Rivellini  non prevedeva grandi cose ma solo il non “oscuramento” di RPI e MSP cioè la giusta visibilità e trasparenza affinché gli elettori sapessero del fatto che anche noi Organizzazioni politiche, appoggiavamo la sua idea di Candidarsi Sindaco. L’On. Rivellini senza nulla far trapelare prese un accordo politico con Gianni Lettieri e mise le liste elettorali che lo appoggiavano e i relativi candidati noi compresi in supporto alla candidatura Sindaco di Lettieri, voci di popolo parlano di una eventuale carica da vice Sindaco per Rivellini per la sua rinuncia alla candidatura, speriamo di no che non accada davvero!

L’Onorevole Rivellini non ha mantenuto gli accordi politici con noi ha siglato un accordo con Gianni Lettieri pensando solo a se stesso, non ci ha preventivamente informati, non ha chiesto a Lettieri di onorare gli impegni verso coloro che in alleanza avrebbero dovuto sostenerlo, ma sbattendosene completamente i cosiddetti, a fatto tutto da solo, senza un dialogo preventivo con noi senza onorare gli accordi, ed oggi ci troviamo un candidato al Consiglio comunale di Napoli e 6 candidati ai Municipi in sostegno alla Candidatura Sindaco di Lettieri e ciò senza che si siano presi la briga di informarci prima della presentazione delle Liste.

Il solo pensiero che Rivellini possa rivestire in futuro la carica di ViceSindaco ci amareggia perché se Rivellini si è mostrato non in grado di rispettare l’accordo con chi attivamente lo ha sostenuto e doveva sostenerlo in campagna elettorale con chi avrebbe condiviso con lui attacchi politici degli avversari e fatiche elettorali per le strade di Napoli, mi chiedo come farà da viceSindaco a rispettare la parola con i cittadini?

Oppure è un altro parlamentare che parla molto….. e che ha una parola sola, quella che rivolge a se stesso.

Mi chiedo anche se questa sia l’idea dei rispettivi Partiti di unificazione del Centro e della Destra? è con questi presupposti che intenderanno contrastare il PD alle prossime politiche o chiedere i voti per le Europee? Se lo scordino per quanto mi riguarda chi tradisce non merita il supporto politico ne oggi ne domani.

Francesco Maurizio Mulino

www.rinnovamentoperlitalia.it

www.movimentosocialepopolare.it
 

 

ROSSANO MADIA SCRIVE ALL’ON. MARONI
Milano 28/07/2015
A: Presidente Regione Lombardia On. Roberto Maroni
Dipartimento Sicurezza e protezione civile Regione Lombardia Comunicato a mezzo PEC: presidenza@pec.regione.lombardia.it sicurezza@pec.regione.lombardia.it
OGGETTO: GUARDIE PARTICOLARI GIURATE – RICHIESTA INTERVENTO
Egregio Presidente Maroni, quale persona da sempre attenta ai problemi sociali e a fianco degli operatori di sicurezza , desidero sottoporle una questione molto delicata che sta creando un vero e proprio allarme sociale con un fenomeno che mette giornalmente in mezzo la strada disoccupati padri di famiglia armati, un fenomeno che giorno dopo giorno dilaga. Nella Milano, vetrina mondiale e città dell’Expo è ben cresciuta la richiesta di sicurezza sussidiaria e la domanda per gli istituti di vigilanza aumenta notevolmente di giorno in giorno, paradossalmente nonostante il lavoro aumenti per gli istituti di vigilanza, l’attuale e disastroso Job act varato dall’attuale
governo impegnato ad occuparsi solo a mantenere clandestini e ad aumentare tasse sta determinando una situazione disastrosa e penosa, si sta infatti creando un esercito di precari mal retribuiti, armati e poi lasciati senza lavoro, per gli istituti di vigilanza fa comodo infatti poter contare su una miriade di persone disocupate da assumere con pochi spiccioli e sopratutto senza diritti, pertanto operatori esperti con anni di esperienza si stanno trovando giorno dopo giorno senza diritti , in disoccupazione con una Naspi che tarda ad arrivare nonostante le varie interrogazioni parlamentari effettuate da varie forze politiche.
Episodio allarmante è il modo in cui ATM, società comunale per i trasporti pubblici del comune di Milano effettua da tempo ricerche per guardie giurate da assumere con stipendi da fame ( 1000 euro circa senza idennità ). Nonostante il Decreto del Presidente delle Repubblica 4 agosto 2008 n. 153 prevede all ‘ art. 250 due distinte formule di giuramento e nello specifico al comma quarto, riserva alle guardie giurate che esercitano pubbliche funzioni attribuite dalla legge un giuramento a parte con un iter diverso atto a riconoscere la qualifica di polizia giudiziaria e dunque a dar maggior tutele alle guardie giurate impiegate in tali servizi , per ATM non è necessario seguire questo iter, probabilmente per sottopagare gli operatori.
Le guardie giurate ATM dunque sono destinate alla tutela dei beni e inquadrate con un contratto totalmente diverso da quello della vigilanza , senza indennità di funzione e senza buoni pasto giornalieri, immaginate pure la difficoltà degli addetti alla sicurezza a gestire una situazione con un soggetto alterato in movimento e in mezzo alla gente, senza tutele e senza qualifiche adeguate.
Ritengo eclatante che le istituzioni e il comune di Milano possano accettare una situazione del genere, mi domando inoltre per quale motivo nessuna organizzazione sindacale abbia preso posizione.
Egregio presidente la situazione è molto più grave di quel che si pensi, Milano e la Lombardia hanno bisogno di sicurezza e di professionisti e non di personale armato e messo in mezzo alla strada senza una opportuna formazione e senza esperienza, per garantire sicurezza si deve stare in sicurezza.
Da una recente riunione svoltasi con i vertici del partito, con il segretario nazionale Mulino e il presidente Vallelunga si è individuata una soluzione che permetterebbe di aver maggior tutele alle guardie giurate, o meglio l’istituzione presso le prefetture di un albo dove far attingere gli istituti di vigilanza prima di decretare e armare nuove risorse che saranno poi disoccupati armati.
Resto a disposizione per ulteriori colloqui e ci rendiamo da subito disponibili ad aprire un tavolo di collaborazione per proporre soluzioni adeguate alla risoluzione della problematica.
Saremmo lieti se potesse invitare i spett.li prefetti a prendere in considerazione per ragioni di ordine pubblico le guardie giurate già formate e dirossano madiasocupate.
Ringrazio per l’attenzione prestata e resto in attesa di Suo cortese riscontro.
COORDINATORE NAZIONALE
DIPARTIMENTO DELLE POLITICHE
PER LA DIFESA E LA SICUREZZA
Rossano Madia

La denuncia:

http://rpi.altervista.org/alterpages/denunciagoverno.jpg

ORASTOP!!!!!è ora di dire basta, è il momento di rimettere le cose a posto ed iniziare un profondo processo di Rinnovamento del Paese.

Continuano a riversare fango sull’Italia, quasi tutti i Media ITALIANI  E STRANIERI hanno  scritto che l’Italia è entrata in Europa” grazie” al fatto che qualcuno ha falsificato i documenti necessari all’ingresso dell’Italia in Europa.

Siamo stanchi di sentire ancora oggi queste parole lesive sia per l’Italia che per noi cittadini,in quanto se è cosi  non solo siamo stati presi in giro e inseriti in un calderore che comunque ci avrebbe inevitabilmente portato alla riovina non avendo le caratteristiche  economiche per mantenere florido il Nostro Paese  ma   è stato ancora una volta trasmesso  al Mondo il messaggio che l’Italia è il Paese dove l’illegalità prolifera in tutto e per tutto dando come sempre l immagine al mondo di un Popolo corrotto quando che invece l italia è un Paese fatto anche di tantissime persone oneste che la mattina si svegliano all alba per andare a lavorare con onestà  e che per la loro onestà si sono addirittura suicidati  a seguito dei debiti  involontari con lo Stato che spesso erano causati dallo Stato stesso….. Noi di Rinnovamento per l Italia non vogliamo e non possiamo stare con le mani in mano , qui ne vale della vita degli italiani qui ne vale della Nostra italia qui ne vale della nostra dignità e del nostro futuro!!!!!Siamo stanchi di sentire sbraitare in tv sempre le solite cose dai soliti politici colpevoli spesso di malapolitica e riciclati a nuovi paladini dell italia !!!! nelle vesti di Presidente di Partito Paola Graziella Vallelunga e Segretario Nazionale Francesco Maurizio MUlino legali rappresentanti del Partito Rinnovamento per l Italia abbiamo deciso di mettere uno STOP a tutto ciò !!!!  PALADINI DELLA CHIAREZZA E TRASPARENZA  ci siamo recati dalle Forze dell ordine e abbiamo sporto denuncia contro il Governo ! vogliamo  sapere se è vero che l’Italia è entrata in Europa perché qualcuno ha prodotto documenti falsi alla Comunità Europea o recanti false dichiarazione?? ebbene se ciò corrisponde al vero vogliamo sapere chi ha prodotto la falsa documentazione, a nome e per conto di chi è stata prodotta e a quale fine ? ricordiamoci che  nessun referendum è stato fatto in l Italia per chiedere ai cittadini cosa ne pensassero in merito all EURO . Rinnovamento per l’Italia ha sporto quindi  a Luglio 2015 Denuncia nei confronti di chiunque abbia ,eventualmente, se vero, manomesso i conti pubblici e ingannandoci portato alla rovina  ci aspettiamo  che la Magistratura indaghi, verifichi e se qualcuno ha commesso atti illeciti che paghi come qualsiasi cittadino che delinque e possa risarcire tutti gli Italiani che in questi anni hanno subito mortificazioni   e gravi danni per colpa dell EURO. Rinnovamento per l Italia si costituisce parte civile nei confronti di tutti i cittadini che eventualmente  sono stati danneggiati Nel caso tale documentazione risulti non falsificata  nei contenuti è ora di dire basta a quelle parole che ancora oggi infangano il Paese ed i suoi cittadini…..

 

Vallelunga chiede il rinvio delle elezioni regionali 2015. 

Come ormai spesso accade noi come altri, siamo vittime di ingiustizia, gli Enti preposti in questo caso le Amministrazioni Regionali ritardano nei loro adempimenti obbligando tutti i Partiti neo nati e le Liste realmente civiche a fare una “corsa contro il tempo”. Le Istituzioni Regionali o per meglio dire i Presidenti uscenti delle Regioni al voto, hanno indetto la data di inizio degli adempimenti per la presentazione delle Liste elettorali appena 20/30 giorni prima della data ultima fissata per la presentazione delle Liste elettorali, ad esempio la Campania le ha indette il 09 aprile con presentazione delle Liste entro il 01 Maggio 2015 alle ore 12,00, termine ultimo per presentare le Liste alla competizione elettorale, 22 giorni di tempo per raccogliere circa 12000 firme di sottoscrittori mentre sulla gazzetta ufficiale in palese contrasto si evidenziano 60 giorni di tempo per effettuare gli adempimenti mentre la legge nazionale con maggior cognizione di causa concede giustamente 180 giorni. Tale sistema non solo ci penalizza in maniera incostituzionale, ma promuove a nostro parere la pessima pratica delle famose firme false cioè quelle raccolte senza la presenza di un funzionario abilitato all’atto delle sottoscrizioni se non addirittura dati e firme presenti in data base stampati e successivamente illegalmente autenticati. Un sistema che danneggia la Democrazia, un sistema che nuoce ai cittadini che hanno il diritto Costituzionale di unirsi per presentarsi alle competizioni elettorali. Inoltre tale atteggiamento lascia spazio a molti dubbi, dubbi attinenti alla buona fede di chi ha promulgato la norma lasciando appena 22 giorni di tempo per gli adempimenti. Noi del Partito Rinnovamento per l’Italia non ci stiamo a subire in silenzio la grande ingiustizia che ci discrimina fortemente, e per tali motivazioni abbiamo deciso di scrivere in data odierna al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella chiedendo il suo intervento quale Garante della Costituzione ed al Ministro Angelino Alfano chiedendo che la data per le elezioni Regionali sia posticipata almeno ad ottobre (sempre nei 180 giorni) affinché anche noi si possa esercitare i nostri sacrosanti diritti Costituzionali di competere con le nostre Liste elettori.
ecco il testo della missiva trasmessa:
—– Messaggio Originale —–
Da: esecutivonazionale@pec.centrodestraitalia.eu
A: protocollo.prefve@pec.interno.it, protocollo.prefna@pec.interno.it,
protocollo.centrale@pec.quirinale.it, caposegreteria.ministro@interno.it
Inviato: Tue, 14 Apr 2015 18:51:01 +0200
Oggetto: Richiesta di rinvio della data fissata delle Elezioni Regionali
Ill.me Istituzioni,la Regione Campania così come il Veneto hanno Emanato il decreto di convocazione dei comizi da parte del Presidente delle rispettive Giunte e sue pubblicazioni nelle Gazzette Ufficiali con molto ritardo rispetto agli annunciati, dai decreti Regionali, 60 giorni antecedenti la data fissata per le elezioni Regionali.
Tali comunicazioni sono apparse sul sito della Regione Campania il 9 Aprile 2015 mentre su quello della Regione Veneto il 02 Aprile 2015 circa.
La data ultima di Presentazione delle Liste elettorali è stata fissata per il 30 Aprile/01 Maggio 2015 è pertanto non in linea con i 60 giorni di tempo citati dai rispettivi decreti Regionali di Campania e Veneto
così come presumibilmente di altre Regioni. In sintesi chi ha fissato le predette date lo ha fatto a mio avviso, in
maniera faziosa allo scopo, di non consentirci di raccogliere le firme dei sottoscrittori necessarie alla presentazione delle nostre Liste elettorali nei tempi utili, cioè appena 20/30 giorni di tempo sono
quelli concessi e non i 60 giorni come su descritto (ricordo che una legge meglio pensata concedeva 180 giorni di tempo per gli adempimenti).
Per le motivazioni su espresse ci appelliamo alla Carta Costituzionale della Repubblica Italiana, oltre che al buon senso, nel Chiedere a Lei Presidente della Repubblica di adempiere ai suoi doveri di Garante, ed a
Lei Ministro degli Interni di posticipare la data prevista per le Elezioni Regionali dal 31 maggio 2015 ad almeno il 30 ottobre 2015 o data ritenuta idonea nei tempi, concedendo così a tutti coloro che lo
desiderano di raccogliere le firme dei sottoscrittori nei termini previsti dalla legge ed in maniera da concedere anche a noi il sacrosanto diritto Costituzionale di poter presentare le nostre Liste alle competizioni elettorali Regionali 2015.
Tali sottoscrizioni rammento devono essere svolte alla presenza di pubblico ufficiale autorizzato e non diversamente, come svariate volte accaduto in passato per soggetti poi stati attenzionati dalle
Magistrature, siamo comunque certi che chi vigila nel merito saprà farlo con capacità è professionalità e pertanto gode della nostra personale fiducia. In attesa di una Vostra risposta Ill.me Istituzioni Vogliate
gradire i nostri cordiali saluti.
Partito Politico
Rinnovamento per l’Italia
Promotore del Raggruppamento politico
Centrodestra per l’Italia
La Presidente
Graziella Vallelunga
Il Segretario Politico Nazionale
Francesco Maurizio Mulino

wwww.rinnovamentoperlitalia.eu

www.centrodestraperlitalia.it

www.centrodestraunito.it

25 marzo 2015 – Francesco Maurizio Mulino (Segretario Nazionale) e Paola Graziella Vallelunga (Presidente) del Partito Politico RINNOVAMENTO PER L’ITALIA Promotore della neo-nata Coalizione CENTRODESTRA PER L’ITALIA Comunicano: “Ci presenteremo  con le nostre Liste elettorali sia in Veneto che in Campania con la nostra Coalizione autonoma CENTRODESTRA PER L’ITALIA  quale unico centrodestra unito, innovativo e credibile capace di portare un vento nuovo per un reale Rinnovamento sia in Veneto che in Campania”. Il Segretario nazionale Francesco Maurizio Mulino, informa che al momento non sono stati ancora decisi chi saranno i Candidati alla Presidenza.
“Le nostre proposte sono concrete risposte ai problemi dei cittadini, le politiche devono tendere ad essere risolutive delle problematiche non con carattere di temporaneità con tempi di realizzazione scanditi. Questo non è più il tempo delle promesse, ma delle certezze”.
Ricordiamo che a livello nazionale siamo gli unici che promuovono il “Privilegio di cittadinanza agli italiani” perché, il forte ingresso in questo decennio di clandestini in Italia ha configurato una situazione anomala nel Paese, gli italiani quasi come ospiti nella loro Patria, ciò in particolare è maggiormente palpabile nel mondo del lavoro e nei rapporti tra cittadino e Pubblica Amministrazione, quest’ultima forse per non essere accusata di razzismo o di favoritismo ha di fatto creato una situazione rovesciata, l’italiano che si rivolge alla P.A. si ritrova in secondo piano rispetto al cittadino ospite (sia questo regolare in Italia che Clandestino). Un sistema che fomenta una diversa tipologia di razzismo e di discriminazione che sta acerberando giorno dopo giorno sempre di più la convivenza tra italiani e stranieri nel nostro Paese.Il Partito Rinnovamento per l’Italia promotore del Centrodestra unito crede nella necessità politica di riequilibrare la convivenza in Italia tra Cittadini italiani e stranieri attraverso l’introduzione di una legge che sancisca quelli che noi definiamo sacrosanti diritti di appartenenza, diritti di Patria e conferisca ai Cittadini italiani il Privilegio di Cittadinanza particolarmente nei rapporti con gli uffici della Pubblica amministrazione in tutte le sue realtà. Sia la Presidente Paola Graziella Vallelunga che il Segretario nazionale Francesco Maurizio Mulino concordano nel definire il PRIVILEGIO DI CITTADINANZA per gli italiani una bilancia indispensabile sia a smorzare le tensioni createsi dall’ingresso in Italia di clandestini che quale mezzo di prevenzione che concorre a ridare la dignità sottratta agli italiani dal sistema in uso. D’altronde tutte le maggiori istituzioni promuovono teoricamente il valor di Patria chiaramente sconosciuto se si parla di Italia ai clandestini.
Centrodestra per l’Italia
Ufficio Stampa
ufficiostampa@rinnovamentoperlitalia.tv
www.centrodestraunito.it

RINNOVAMENTO PER L’ITALIA  CHIEDE PIU’ TUTELE PER LE GUARDIE GIURATE DI MILANO IN VISTA DELL’EXPO. CHI VIGILA SUGLI ISTITUTI DI VIGILANZA ? Inutile negare le continue segnalazioni ricevute continuamente da parte di guardie giurate e da parte di sindacati di categoria che segnalano sempre più meno tutele per la loro incolumità e per le loro condizioni contrattuali.

Un istituto di vigilanza può permettersi di negare lo stipendio alle loro guardie pur incassando regolarmente i proventi dei servizi forniti in tanti casi a pubbliche amministrazioni, come può permettersi di non garantir in primis sicurezza alle guardie giurate stesse che dovrebbero a loro volta garantire alla cittadinanza servizi di delicata natura a fianco alle forze di polizia? A quanto pare si…succede Auspichiamo che i Prefetti  vigilino un pò di più attenzionando  situazioni di questo tipo  che creano  allarme dal punto di vista sociale, non si può non garantire uno stipendio ad un padre di famiglia  e non si può quindi non garantire uno stipendio a padri di famiglia armati  che spesso vengono anche , massacrati da  turni di lavoro estenuanti per creare alla fine  un disoccupato sfruttato, armato e senza future prospettive.

In vista dell’ expo e considerata l’attuale situazione di allerta terroristica chiediamo al Prefetto di Milano di attivarsi a creare un osservatorio sull’evento e sulla gestione della sicurezza sussidiaria.
Il direttivo del partito Rinnovamento per l’ Italia esprime massima solidarietà alle guardie giurate d’ Italia rendendosi disponibile ad azione atte a creare più tutele anche nei confronti degli istituti di vigilanza che operano nel pieno rispetto delle norme e della legalità. Stiamo vivendo momenti critici sia da un punto di vista sociale che criminale  e a me innanzitutto come donna  come cittadina italiana ma soprattutto come Presidente di Rinnovamento per l Italia risulta inaccettabile pensare che ci sia chi non si ricorda di tutelare categorie cosi importanti come le guardie giurate  ma anche tutte le forze  dwell ordine che dovrebbero  vigilare a  salvaguardia del  nostro Paese  dei nostri cari dei nostri figli ..spesso  con una ricompensa da fame..

Ufficio stampa

ufficiostampa@rinnovamentoperlitalia.tv

www.rinnovamentoperlitalia.eu

www.centrodestraunito.it

www.centrodestraperlitalia.it

Il Centrodestra per l’Italia – Partito Politico “Rinnovamento per l’Italia” di cui Presidente Paola Graziella Vallelunga e Segretario Politico Nazionale Francesco Maurizio Mulino, si è attivato per promuovere un Centrodestra unito ma sembra che la  classe politica dell’area parla bene attraverso i media ma razzoli male nel concreto in questo senso. I problemi in Campania sono tanti, l’opposizione politica nell’Aula Regionale è stata blanda, e tutti hanno visto la Gestione Caldoro ormai a termine cosa a prodotto per i Disabili in questi anni di mandato, l’annuncio mezzo stampa  dell’insediamento a Gennaio 2015, presso l’Assessorato per le Politiche Sociali della Regione Campania, dell’Osservatorio Regionale per la disabilità che la Giunta Caldoro e l’Assessore Bianca Maria D’Angelo, hanno istituito parla di un tavolo che (già operativo) e che  avendo individuato quattro tematiche secondo loro prioritarie danno ad intendere ai cittadini di essersi attivati a pieno per la categoria, ma così non è stato, al momento l’attività politica fatta per i Disabile è insufficiente. Inoltre a partire dal 2016, lo Stato taglierà il fondo per la non autosufficienza, portando a 250 milioni di euro gli attuali 400. Le problematiche dei disabili e delle loro famiglie dovrebbero essere al centro del Governo Regionale Campano, ma Caldoro e  l’Assessore sembrano sordi,  non rispondono alle richieste che gli giungono da più parti di istituire la Figura del Garante per la Disabilità , assenza di risposte adeguate che con questo ulteriore taglio  continuano a sacrificare quella parte della nostra società già duramente colpita. Noi come molte Associazioni e Movimenti che si impegnano nel mondo della disabilità auspichiamo che il Presidente Caldoro possa nel breve tempo dare risposte certe, e la Figura del Garante per la Disabilità è il primo passo per consolidare un impegno Regionale ad oggi vantato dalla Giunta ma nel concreto non ancora attuato. Se Caldoro non intende dare risposte troveremo altrove chi lo farà e se saremo eletti quelle risposte di Garanzia per la Disabilità le daremo noi del Centrodestra per l’Italia. Non avendo avuto ad oggi risposte concrete noi continuiamo a Promuovere un Centrodestra unito, fattivo e sano.  Ci stiamo attivando per  poter presentare la nostra Lista anche in Campania e vista la situazione se non si instaura un rapporto d’alleanza politica con Caldoro sulla base di un vero rinnovamento per la Campania cercheremo di proporci agli elettori autonomamente  alle prossime elezioni Regionali di Maggio 2015, ci stiamo attivando per la raccolta firme dei presentatori della Lista e se faremo in tempo saremo l’unica vera alternativa a Caldoro ed alle sue Liste.
Centrodestra per l’Italia
ufficio stampa
ufficiostampa@rinnovamentoperlitalia.tv  www.rinnovamentoperlitalia .it 

Se siete alla ricerca di etichette adesive personalizzate, il sito di riferimento è uno solo: www.etichetteadesiveveloci.it.

CHI E’ ETICHETTEADESIVEVELOCI.IT
Il sito offre una vasta gamma di prodotti relativi alla stampa di etichette adesive che possono soddisfare i diversi tipi di esigenze di ogni cliente. Le etichette sono realizzate in materiale rimovibile e sono personalizzabili su richiesta e specifiche delle aziende cliente e per questo motivo ogni prodotto è sempre un progetto diverso da un altro, un segno di riconoscimento distintivo che, come un abito, viene cucito su misura per il cliente.

Questa tipologia di prodotto si adatta particolarmente per diversi tipi di attività commerciali perché è un modo originale e simpatico di personalizzare i propri prodotti e rendere più riconoscibile il brand. A sfruttare tutte le loro potenzialità, però, sono sicuramente le aziende del settore food che con le etichette adesive possono dare un tocco originale alla confezione dei propri prodotti lasciando anche un segno indelebile nella memoria della clientela. Pasticcerie, aziende di prodotti tipici, aziende vinicole sono solo alcuni dei potenziali utilizzatori delle etichette adesive ma anche attività come negozi di bomboniere o profumerie possono avvalersi di questo prodotto.

TANTI PRODOTTI, TUTTI ORIGINALI
E’ possibile acquistare le proprie etichette adesive online, scegliendo fra la vasta gamma di prodotti che il sito mette a disposizione della clientela.

Fra gli articoli proposti, ci sono le etichette realizzate per i fiorai oppure quelle tipiche dei gioiellieri ma anche le etichette adesive trasparenti. E come dimenticare le particolari realizzazioni di etichette adesive per olio e vino?

Una categoria che ha un’ampia possibilità di scelta è quella dei pasticceri per i quali al momento è anche attiva un’offerta speciale che prevede ben tre tipi di possibilità di sconto diversi.

Le etichette adesive rimovibili possono essere create in carta o in pvc e la loro realizzazione grafica è sempre effettuata in sinergia con il cliente perché le etichette devono rappresentare al meglio lo spirito aziendale poiché diventano il primo strumento di riconoscimento di un’attività commerciale.

Infine, fra i tanti prodotti offerti da Etichetteadesiveveloci.it ci sono anche le etichette adesive per esterno che sono l’ideale sia per personalizzare le vetrine del proprio negozio che per organizzare una campagna di marketing virale nei luoghi più frequentati della nostra città.

PERCHE’ SCEGLIERE ETICHETTEADESIVEVELOCI.IT
Sono tanti i motivi per cui è consigliabile scegliere Etichetteadesiveveloci.it. Innanzitutto perché la realizzazione di etichette adesive personalizzate ha un costo molto contenuto ma è uno strumento che potenzialmente può ottenere dei grandissimi risultati in termini di visibilità e accresciuta notorietà del brand.

Poi è possibile realizzare le proprie etichette con la forma preferita in quanto Etichetteadesiveveloci.it ha a sua disposizione più di quattromila fustelle già realizzate. Questa particolarità permette di completare il lavoro molto velocemente e consegnare la merce anche in 48 ore!

Infine, facendo un ordine di etichette adesive di qualsiasi tipo, l’impianto grafico è totalmente gratuito, il che rende le etichette adesive personalizzate ancora più convenienti.

PROVIAMOLE!
E’ possibile richiedere una bozza gratuita delle proprie etichette autoadesive, così da verificare con mano la qualità dei prodotti e del servizio offerti.

Cosa aspetti, allora? Contatta subito Etichetteadesiveveloci.it e richiedi la bozza grafica e un preventivo. I tuoi nuovi potenziali clienti aspettano solo di conoscerti!