liquidazioni

Decidere di chiudere un negozio per cessazione attività comporta una scelta ragionata e cose pratiche da risolvere ed affrontare in maniera organica e organizzata.

Prima fra tutte: cosa fare della merce presente in negozio.

Chiusura negozio: i documenti

Una volta presa la decisione, a seguito di un’accurata valutazione, bisognerà compilare e seguire una serie di pratiche dal e con il commercialista, bisognerà bloccare gli ordini delle nuove collezioni e bisognerà comunicare al Comune la cessazione dell’attività. Dalla data in cui viene effettuata tale comunicazione si hanno a disposizione tredici settimane, come previsto dalla normativa vigente, per provvedere alla svendita per cessazione di attività. Sistemati i documenti bisognerà passare all’aspetto pratico.
Ma come fare? A chi rivolgersi? Come non sprecare tempo e denaro?

Chiusura negozio: come svuotarlo?

Il problema di come svuotare il negozio rappresenta un pensiero attanagliante per molti proprietari di negozi in via di chiusura; basterà, però, rivolgersi ai giusti professionisti in grado di guidare con competenza ed efficienza tutte le operazioni.
Il proprietario che ha deciso di chiudere il proprio negozio si troverà difronte un bivio: rivolgersi allo stocchista oppure provare ad organizzare una svendita per cessazione di attività.
La prima opzione non risulta conveniente in quanto l’offerta che lo stocchista fa è davvero molto esigua, il prezzo che proporrà per ogni capo molto basso. Organizzare, invece, una svendita delle merci va a vantaggio sia dei consumatori che hanno l’occasione di acquistare della merce a buon prezzo sia dei commercianti in quanto possono svuotare il negozio senza però perderci.

Chiusura negozio: svendita delle merci

Presa oramai la decisione di chiudere e di svuotare il negozio attraverso la svendita delle merci, bisognerà fare un’ulteriore passo: affidarsi ad un’agenzia seria e competente, come la nostra, capace, con efficacia, di svuotare in breve periodo se non completamente una gran parte del magazzino. Infatti non bisogna dimenticarsi che si hanno a disposizione solo tredici settimane per svuotare il negozio dalla presentazione della comunicazione al Comune di cessazione dell’attività.

Perché affidarsi ad un’agenzia?

La risposta risiede nel fatto che l’obiettivo può essere raggiunto solo attraverso un’organizzazione ben strutturata della svendita in cui, inoltre, la cura della comunicazione occupa un posto fondamentale.
La costruzione di un piano promozionale ma sopratutto di quello comunicativo adeguato ed efficiente della svendita risulta un tassello essenziale per poter portare a casa un risultato delle operazioni soddisfacente.
Difatti solo un’efficace campagna pubblicitaria realizzata su un messaggio che veicoli in maniera idonea ed originale quanto intende comunicare il negozio, potrà avere un impatto importante sui possibili clienti.

Il piano promozionale

Il piano promozionale dovrà esser costruito ad hoc sul tipo di merce da svendere, sulle esigenze del proprietario, sul target delle possibili persone interessate e sul tipo di territorio in cui si trova il negozio.
Poter contare su una campagna pubblicitaria mirata e di successo significa affidarsi a dei professionisti competenti e con esperienza in materia, pertanto non resta che farci la richiesta di un preventivo.