Paola Graziella Vallelunga

Caro Silighini se qualcosa in comune tra noi c’è è proprio la questione dei Matrimoni Gay, anche noi non condividiamo l’iscrizione dei Matrimoni Gay nel Pubblico registro dei Matrimoni tradizionali, ma preciso però che nulla vieti la possibilità di istituire un Pubblico Registro Civile di sposi Gay a patto che questo avvenga a seguito di modifiche di legge a garantire il rapporto tra famiglia ed adozioni per noi concedibili solo a coppie non diversamente sposate cioè tradizionali. Pochi mesi sono passati da quando io e la Presidente Paola Graziella Vallelunga abbiamo denunciato presso la Polizia di Milano il Sindaco di Milano quello di Roma e di Bologna per aver trascritto i Matrimoni Gay nei Registri. Quella denuncia facilmente rintracciabile sul web, fu poi archiviata dal Procuratore capo della Procura di Milano Edmundo Bruti Liberati che esordì sui quotidiani dicendo che Pisapia (Sindaco di Milano) non era indagato e che le denunce erano ad opera di ignoti, ancora devo capire cosa c’era di ignoto nelle denunce fatte da noi ed immediatamente pubblicate via internet, così come devo ancora capire la fatica di Bruti Liberati nel recuperare le Prove visto che i Registri se non li hanno spostati per l’avvento di un fantasioso tzunami sono ancora custoditi in Comune, inoltre la questione aveva preso immediatamente risalto nazionale. Il punto principale della Denuncia e che esistono delle regole ed il primo cittadino deve dare l’esempio nel rispettarle (e questo secondo me è indiscutibile), politicamente invece è una maniera viscida, pericolosa e indegna di far politica sostituendosi ai cittadini su un tema di tale importanza, la decisione di registrare o meno sui Pubblici Registri i Matrimoni doveva spettare al Parlamento sentiti i cittadini attraverso Referendum popolare e non ad alcuni Sindaci che usando la loro autorità per interessi politici di parte stravolgono un sistema consolidato al solo scopo di conservare l’elettorato Gay.  Non sapendo ad oggi quanto tempo resterà in carica il Sindaco perché è ancora pendente il nostro ricorso al TAR,  non credo che il Sindaco Fagioli voglia fare come Pisapia e Marino ecc…, a meno che Matteo Salvini improvvisamente non decida di indossare una nuova maglietta a tema….,  comunque se il Sindaco di Saronno dovesse decidere di registrare i Matrimoni Gay riceverebbe la sua prima denuncia da Sindaco, cioè la mia.
Francesco Maurizio Mulino
Segretario politico nazionale
del Partito Rinnovamento per l’Italia 

 

 

 

al Sindaco di Vulcano (Sicilia)

gent.mo Signor  Sindaco Marco Giorgianni,

Sono Paola Graziella Vallelunga e da alcuni articoli web abbiamo appreso che una delle isole piu belle della Sicilia che Lei rappresenta come primo cittadino al momento mette in pericolo la salute dei cittadini e dei turisti.

Come persona ma anche in qualità di  Presidente del partito politico Rinnovamento per l Italia che rappresento sono a chiederLe quanto ci sia di vero in tutto questo e se effettivamente le condizioni della spiaggia detta delle ‘acque calde‘ che si trova proprio davanti alla frequentatissima ‘vasca dei fanghi‘,sia cosi pericolosa a causa delle esalazioni tanto da mettere in pericolo la vita dei bagnanti.

Personalmente combattiamo  insieme al Segretario Politico Nazionale Francesco Maurizio Mulino e a tutti i nostri coordinatori,tutte quelle situazioni politiche che a causa di eventuali negligenze  mettono in pericolo la vita delle persone e sopratutto dei piu indifesi quali bambini e anziani essendo  importante tutelarli causa essere esposti con piu facilità a malori per il fatto di avere un sistema immunitario piu debole… Come è possibile che un Sindaco quale "ufficiale di governo" del Comune che rappresenta  che deve intervenire con immediatezza per prevenire ed eliminare gravi pericoli che minacciano l’incolumità dei cittadini  e che dovrebbe garantire la vita dei cittadini che rappresenta abbia peccato e pecchi, se è vero cio che apprendo dai giornali di cotanta negligenza ?E’ mai possibile che un Sindaco che  dovrebbe avere come priorità la  tutela della vita della gente possa peccare di menefreghismo?personalmente  non credo e al momento non avendo da parte Sua alcuna risposta  attendo che mi possa informare sulla reale situazione  di pericolo  tramite email al fine di poter capire come stanno realmente le cose  e per tale ragione non esprimo al momento alcun rimprovero se non quello che esprimerebbero tutti in medesime circostanze….

Le anticipo  per una questione di correttezza che invierò questa nota anche ad alcuni giornali che solitamente ci pubblicano .

Un cordiale saluto, resto in attesa di un suo eventuale riscontro.

Paola Graziella Vallelunga

La Presidente di Rinnovamento per l’Italia

Paola  G.Vallelunga

ph. + 39 347 660 2204

presidente@rinnovamentoperlitalia.tv

www.rinnovamentoperlitalia.eu

www.rinnovamentoperlitalia.org

www.rinnovamentoperlitalia.it

www.graziellavallelunga.altervista.org

 

Non ci sono parole per descrivere quello che sta accadendo in Italia Saronno compreso…lo scenario politico di tutti gli altri partiti è confuso e critico . I vertici dell’Amministrazione Comunale  PD  alla nostra prima richiesta di collocazione di un Gazebo per svolgere gli adempimenti necessari alla presentazione della Lista ad elezioni 2015 (quali ricerca candidati, raccolta firme, divulgazione di punti programmatici etc..)  hanno respinto per iscritto l ubicazione del Ns Gazebo per  la data del  25 aprile, la prefettura di Varese telefonicamente ha  rafforzato  tale diniego  motivandolo con lo facciamo  per la “ tutela della sicurezza pubblica”, cioè temevano scontri per manifestazione dei Centri sociali.., ora la domanda è spontanea : come mai per noi si temevano scontri con i Centri sociali mentre invece per la Lega e suoi alleati no visto che  esponenti Lega e Gazebo al seguito il 25 aprile erano in Corso Italia ? Possibile che per la Lista del Partito Rinnovamento per l’Italia con Claudio Chiappucci Candidato Sindaco si temevano scontri con i centri sociali e per la Lega + FI questi scontri non si temevano? Inoltre anche  per il giorno 26 aprile 2015 ci hanno verbalmente negato  la collocazione del gazebo dicendo che non sarebbe stata concessa a nessuna forza politica a causa della presenza della Fanfara, pertanto ci dicevano  inutile che  ne fate  richiesta, bene.. noi abbiamo osservato il diktat dell’Amministrazione Comunale non mettendo il nostro Gazebo, ma la Lega ed altri come mai  anche il 26 aprile sono li con il loro Gazebo,  e come mai proprio dove avremmo dovuto mettere il nostro Gazebo in via Mazzini angolo Piazza Libertà c è il Gazebo del PD anziché il nostro?  Discriminazione, abuso di potere, non rispetto delle norme, impedimento a manifestare  la nostra idea politica allo scopo di agevolare altri? lo appurerà chi di competenza e se è il caso anche la Magistratura …… ma la cosa che infastidisce di più è vedere come stanno martoriando la Politica Saronnese! che la smettano di prendere in giro i cittadini, se per noi è discriminazione per altri allora  è “favoreggiamento”, mi chiedo ma per quale strano motivo l’Amministrazione, Partito Democratico dovrebbe avvantaggiare la Lega Nord?   c’è un’asse PD + Forza Italia + Lega, un patto di non belligeranza e di sostegno tra loro per la spartizione dei futuri seggi tra chi da anni gestisce la macchina amministrativa, da Governo e da finta opposizione, in barba alle ideologie politiche e di appartenenza. Mi chiedo ma che porcheria politica è? Ricordo che in fondo la Lega Nord non è un Partito di destra ma solo una forza politica che fino a ieri portavano avanti slogan quali, Padania is not  Italy (oggi invece parlano di amici Siciliani….. ) ma quelli della vera Lega che inneggiavano a Miglio come la digeriscono questa situazione? mentre il PD nulla ha più a che vedere con i veri comunisti di una volta, io li considero oggi i politicamente quali i “commercianti” di sinistra, Forza Italia a fatto il salto della staccionata da destra a sinistra visto che sono dichiaratamente alleati. Silenzi e favoritismi evidenziano a mio avviso accordi politici “sotterranei” all’insegna dell’inciucio ed  in particolare è chiaro che temono la genuinità della nostra Lista capitanata da Claudio Chiappucci, altrimenti perché ostacolarci così? Con tutte le difficoltà che ci creano stiamo procedendo con gli adempimenti necessari alla presentazione della lista ma non nascondo che in una simile situazione politica e mi riferisco a quella di Saronno gli onesti dovrebbero contrastare l’Asse dell’inciucio PD +FI + Lega. Mi auguro che la vera destra Saronnese ed i veri comunisti Saronnesi vogliano riflettere attentamente su ciò che sta accadendo alla politica a Saronno e decidano di sostenere l’onesta politica. Anche la Presidente di Rinnovamento per l’Italia Graziella Vallelunga detta Paola candidata Capolista è sconcertata da questo scenario politico nazionale ma anche locale, per i partiti storici  non esiste più un’identità politica ne esistono valori , tradizioni ma solo  sete di potere, soldi e poltrone per garantirsi  l ‘ormai classico potere della salvaguardia del posto e per garantirlo all ‘amico dell’ amico questo è ciò che danneggia e che ha danneggiato  la nostra Nazione i nostri Italiani e soprattutto i nostri giovani  italiani che  la mala politica  costringe a scappare  dall  Italia e da chi  politicamente non li rappresenta più perché ne mortifica progetti e creatività e quindi futuro,  in fondo continua ancora la Presidente Vallelunga ha proprio ragione Chiappucci “i politici sono tutti falsi”  riferito ovviamente solo a quelli che dell’inciucio al solo scopo di guadagno ne fanno la loro priorità…..

Segretario Politico Nazionale di Rinnovamento per l italia  Francesco Maurizio Mulino

EL Diablo è in corsa per la Carica di Sindaco.
Claudio Chiappucci detto anche El Diablo pluricampione di Ciclismo è il Candidato Sindaco della Lista del Partito Rinnovamento per l’Italia, ricordiamo che Chiappucci nel mondo ciclistico dove era stato soprannominato El Diablo ha dato molte soddisfazioni ai suoi sostenitori perché stimato è seguito quale Campione dello sport umile e determinato.
Oggi con Rinnovamento per l’Italia con la stessa umiltà e determinazione concorre alla Carica di Sindaco con un programma elettorale elaborato per la crescita sociale ed economica della Città. Claudio Chiappucci è la novità, il vento nuovo che aspettava Sarrono per voltar pagina, per iniziare quel rinnovamento che molti espongono a parole ma che il giorno dopo le elezioni hanno già dimenticato.
Chiappucci sa cosa significa assumersi un impegno e portarlo a termine fino in fondo senza mollare, ed oggi con la sua candidatura a Sindaco di Saronno, l’impegno lo sta assumendo nei confronti di tutti i cittadini che gli daranno fiducia votandolo.
Oltre a Claudio Chiappucci per rafforzare politicamente la sua Candidatura scende in Campo candidandosi Capolista addirittura la Presidente del Partito Paola Graziella Vallelunga, che dice: Con Claudio ed il nostro Programma elettorale per Saronno la Vittoria sicuramente ci sarà, non concorriamo per esserci ma per vincere perché alla fine chi vogliamo far vincere davvero sono i cittadini di Saronno, grazie al nostro impegno ed alla nostra caparbietà e determinazione otterranno le risposte mancanti. Abbiamo un programma ricco che non dimentica nessuno (giovani, anziani,sociale, famiglie, piccole imprese e commercianti, disoccupazione, edilizia residenziale, animali, associazionismo e volontariato, viabilità cittadina e urbanistica e ovviamente sport, cultura e musica, non ultimo ci assumeremo l’impegno di garantire risposte anche alle disabilità ed alla salute dei Cittadini con iniziative mirate.
La nostra dice il Segretario politico nazionale del Partito Francesco Maurizio Mulino, non è una lista di questo o di quel Candidato ma un’equipe politica che non ha accettato compromessi con nessuno, nessuna commistione, tutto nuovo e senza alcun legame che obblighi, che possa post elezioni impedire la Governabilità di Saronno, nessuno che possa impedirci se eletti, di attuare il nostro Programma elettorale.
Cambiare continua Mulino è un atto di volontà di chi vuole una Saronno fiorente e viva, e poi in fondo è semplice l’equazione…..con Chiappucci si Vince!!!

Misterdomain.eu e una delle societa arrivate in Italia con una offerta lowcost molto aggressiva, tra quelle realta che sono state guardate inizialmente con sospetto dalle compagnie italiane, e che di fatto in pochi mesi riescono a raggiungere ottimi numeri in termini di domini ospitati. Oggi ospitiamo su HostingTalk.it l’amministratore delegato di Misterdomain, societa con sede nella Repubblica Slovacca che opera nel settore hosting in diversi paesi europei. Il background della compagnia spazia ampiamente, e non è per nulla concentrato nel solo settore hosting, Misterdomain ha esperienza in particolare nel settore dell’advertising e del marketing online, servizi che tra l’altro vengono svolti attualmente per i suoi clienti e rappresentano una delle attività del gruppo. Ho chiesto a Misterdomain di raccontarci come operano in un mercato che presenta differenze sostanziali da paese a paese, quanto sia difficile erogare un servizio lowcost con margini così bassi e sono rimasto incuriosito anche dalla scelta di utilizzare i servizi cloud di casa Seeweb, con la previsione di abbandonare del tutto i server dedicati sul lungo termine. Secondo la compagnia i servizi di cloud computing sono ottimali per la gestione degli account di shared hosting, e nell’intervista emergono alcuni dettagli anche in merito alla potenza delle istanze utilizzate.

Le ultime novità sugli “inciuci” del cosiddetto centrosinistra PD e centrodestra ex PDL che oramai politicamente ben poco rappresentano sia ideologicamente che moralmente parlando, entrambi se non per il numero di elettori fuorviati dalle loro apparizioni sui media e dal potere che possiedono e che non mancano di evidenziare…… . In Campania Caldoro ripropone il bis di ben 5 anni di Governo regionale che hanno reso irriconoscibile sia Napoli che la regione intera, pertanto un bis del nulla di fatto nella concretezza, in questi anni di Governo Caldoro sarebbe da evitare, le uniche positività se così si possono chiamare sono state quelle che non hanno procurato danni alla Regione cioè zero, niente di positivo tra lui e De Magistris, il detto vedi Napoli e poi muori sembra purtroppo sempre più attuale…… . De Luca invece non vuol vincere, si propone a poca distanza dalla presentazione delle Liste elettorali con qualche battutina ma nulla che evidenzi ne la voglia ne la forza di un competitor che realmente ambisce alla poltrona Presidenziale della Campania, facile pensare che i precedenti colloqui tra i due abbiano prodotto un accordo di non belligeranza, infatti si leggono sul web dichiarazioni di Caldoro che rassicurano De Luca che i suoi problemi giudiziari non saranno usati in Campagna elettorale mentre De Luca procede con la raccolta firme con fatica, addirittura paventa un’alleanza con un Centrodestra per De Luca, cosa vorrà mai rappresentare un Centrodestra per De Luca, esponente PD di radice ben nota? Queste elezioni 2015 Campane hanno già il sapore di un piatto pre-confezionato ad hoc per i cittadini elettori che vengono spinti a credere all’incredibile, cioè al fatto che ancora esistano un centrodestra e un centrosinistra che si sfidano per promuovere le rispettive ideologie…. . Doveroso aprire gli occhi e rendersi conto che il PD ha distrutto l’ex PDL colpendolo al cuore in maniera cosi forte da perdere il proprio senso ideologico e politico, un tempo i grandi elettori di sinistra si univano contro temi quali il fascismo contro una politica opposta a quella di sinistra, oggi non c’è più il fascismo contro cui lottare non c’è più un Berlusconi da combattere non c’è più un PDL contro cui unirsi è quindi non c’è più neanche una sinistra idealista, una sinistra degna di questo nome, sono numericamente inferiori alle grandi formazioni politiche di coloro che ancora possono dire di portare avanti sani valori politici, gruppi, Partiti e Movimenti che in competizione elettorale raccolgono voti marginali rispetto ai numeri necessari per poter vincere e Governare in autonomia. I grandi voti sono oggi di dominio del PD che ricordo oggi essere al Governo del Paese con Alfano, che è stato capace con Renzi di fare ed ancor peggio dopo tradire il famoso Patto del Nazareno o come lo definisco io “Inciucio” del Nazareno. Un PD che Governa quasi tutte le Regioni, Province e Comuni Italiani e che con tutta la territorialità Governata, l’unica cosa che è stato in grado di fare e di recuperare denaro imponendo tasse e pagamenti alle già martoriate fasce deboli e riempire il Paese di Clandestini ed immigrati etc… etc…. Mentre l’Ex PDL o per meglio dire i suoi Senatori e Deputati o ciò che politicamente resta di loro si lecca ancore le ferite inferte dal PD, quelli più scaltri per sopravvivere fanno accordi con il PD proponendo liste trasversali o altro de generis…….. . Tranquillo Popolo Campano Caldoro vincerà in ogni caso la competizione elettorale grazie anche al supporto di De Luca che poco farà per aggiudicarsi la Vittoria quindi votare l’uno o l’altro poco cambia in questo contesto. Cosa resta ai cittadini? Dare una sonora lezione ad ambedue andando a votare e scrivendo sulla scheda elettorale “Campania libera”, perché la libertà di scegliere chi o cosa votare ad oggi non ve l’hanno ancora tolta, la Democrazia si, privandovi di eleggere Province e Senato, modificando la Costituzione senza chiedere il parere al Popolo che un tempo fu “Sovrano”, ma il voto ancora non sono riusciti a togliervelo, pertanto esercitatelo secondo coscienza, la coscienza di quegli uomini pensanti, quelle menti che non vogliono l’oppressione e che non accettano di essere privati della loro dignità e che pretendono serietà dalla strapagata politica, che pretendono la vera Libertà di espressione di voto e di scegliere tra diverse e leali (verso i cittadini) rappresentanze politiche affinché, chi Governi rispetti le ormai innumerevoli volte disattese promesse elettorali. Noi del Partito Rinnovamento per l’Italia siamo nati da poco e con lealtà ci stiamo proponendo agli elettori, ci abbiamo provato in Sicilia a Termini Imerese contro una Lista cosiddetta trasversale PD ed ex PDL NCD compreso ( la chiamiamo la lista dell’asso piglia tutto) hanno vinto, erano tutti amichevolmente insieme centrodestra e centro sinistra, purtroppo non siamo riusciti a vincere ed il Comune continua nella sua inconcludenza così come già accaduto negli anni precedenti. In Campania abbiamo provato ad essere presenti con una nostra lista elettorale, se necessario avremmo anche candidato alla Presidenza della Regione la nostra Presidente Paola Graziella Vallelunga o il Segretario nazionale Francesco Maurizio Mulino al fine di rendere liberi dalla schiavitù del bisogno in cui la cattiva politica tiene i cittadini dell’intera Regione, ma purtroppo non c’è la facciamo con la raccolta firme. Quindi cari amici, la nostra indicazione alle prossime elezioni Campane è di andare a votare scrivendo in grande ed in maniera leggibile sulla scheda elettorale CAMPANIA LIBERA!
Rinnovamento per l’Italia
Ufficio Stampa
ufficiostampa@rinnovamentoperlitalia.tv
www.rinnovamentoperlitalia.it
www.rinnovamentoperlitalia.eu

25 marzo 2015 – Francesco Maurizio Mulino (Segretario Nazionale) e Paola Graziella Vallelunga (Presidente) del Partito Politico RINNOVAMENTO PER L’ITALIA Promotore della neo-nata Coalizione CENTRODESTRA PER L’ITALIA Comunicano: “Ci presenteremo  con le nostre Liste elettorali sia in Veneto che in Campania con la nostra Coalizione autonoma CENTRODESTRA PER L’ITALIA  quale unico centrodestra unito, innovativo e credibile capace di portare un vento nuovo per un reale Rinnovamento sia in Veneto che in Campania”. Il Segretario nazionale Francesco Maurizio Mulino, informa che al momento non sono stati ancora decisi chi saranno i Candidati alla Presidenza.
“Le nostre proposte sono concrete risposte ai problemi dei cittadini, le politiche devono tendere ad essere risolutive delle problematiche non con carattere di temporaneità con tempi di realizzazione scanditi. Questo non è più il tempo delle promesse, ma delle certezze”.
Ricordiamo che a livello nazionale siamo gli unici che promuovono il “Privilegio di cittadinanza agli italiani” perché, il forte ingresso in questo decennio di clandestini in Italia ha configurato una situazione anomala nel Paese, gli italiani quasi come ospiti nella loro Patria, ciò in particolare è maggiormente palpabile nel mondo del lavoro e nei rapporti tra cittadino e Pubblica Amministrazione, quest’ultima forse per non essere accusata di razzismo o di favoritismo ha di fatto creato una situazione rovesciata, l’italiano che si rivolge alla P.A. si ritrova in secondo piano rispetto al cittadino ospite (sia questo regolare in Italia che Clandestino). Un sistema che fomenta una diversa tipologia di razzismo e di discriminazione che sta acerberando giorno dopo giorno sempre di più la convivenza tra italiani e stranieri nel nostro Paese.Il Partito Rinnovamento per l’Italia promotore del Centrodestra unito crede nella necessità politica di riequilibrare la convivenza in Italia tra Cittadini italiani e stranieri attraverso l’introduzione di una legge che sancisca quelli che noi definiamo sacrosanti diritti di appartenenza, diritti di Patria e conferisca ai Cittadini italiani il Privilegio di Cittadinanza particolarmente nei rapporti con gli uffici della Pubblica amministrazione in tutte le sue realtà. Sia la Presidente Paola Graziella Vallelunga che il Segretario nazionale Francesco Maurizio Mulino concordano nel definire il PRIVILEGIO DI CITTADINANZA per gli italiani una bilancia indispensabile sia a smorzare le tensioni createsi dall’ingresso in Italia di clandestini che quale mezzo di prevenzione che concorre a ridare la dignità sottratta agli italiani dal sistema in uso. D’altronde tutte le maggiori istituzioni promuovono teoricamente il valor di Patria chiaramente sconosciuto se si parla di Italia ai clandestini.
Centrodestra per l’Italia
Ufficio Stampa
ufficiostampa@rinnovamentoperlitalia.tv
www.centrodestraunito.it

RINNOVAMENTO PER L’ITALIA  CHIEDE PIU’ TUTELE PER LE GUARDIE GIURATE DI MILANO IN VISTA DELL’EXPO. CHI VIGILA SUGLI ISTITUTI DI VIGILANZA ? Inutile negare le continue segnalazioni ricevute continuamente da parte di guardie giurate e da parte di sindacati di categoria che segnalano sempre più meno tutele per la loro incolumità e per le loro condizioni contrattuali.

Un istituto di vigilanza può permettersi di negare lo stipendio alle loro guardie pur incassando regolarmente i proventi dei servizi forniti in tanti casi a pubbliche amministrazioni, come può permettersi di non garantir in primis sicurezza alle guardie giurate stesse che dovrebbero a loro volta garantire alla cittadinanza servizi di delicata natura a fianco alle forze di polizia? A quanto pare si…succede Auspichiamo che i Prefetti  vigilino un pò di più attenzionando  situazioni di questo tipo  che creano  allarme dal punto di vista sociale, non si può non garantire uno stipendio ad un padre di famiglia  e non si può quindi non garantire uno stipendio a padri di famiglia armati  che spesso vengono anche , massacrati da  turni di lavoro estenuanti per creare alla fine  un disoccupato sfruttato, armato e senza future prospettive.

In vista dell’ expo e considerata l’attuale situazione di allerta terroristica chiediamo al Prefetto di Milano di attivarsi a creare un osservatorio sull’evento e sulla gestione della sicurezza sussidiaria.
Il direttivo del partito Rinnovamento per l’ Italia esprime massima solidarietà alle guardie giurate d’ Italia rendendosi disponibile ad azione atte a creare più tutele anche nei confronti degli istituti di vigilanza che operano nel pieno rispetto delle norme e della legalità. Stiamo vivendo momenti critici sia da un punto di vista sociale che criminale  e a me innanzitutto come donna  come cittadina italiana ma soprattutto come Presidente di Rinnovamento per l Italia risulta inaccettabile pensare che ci sia chi non si ricorda di tutelare categorie cosi importanti come le guardie giurate  ma anche tutte le forze  dwell ordine che dovrebbero  vigilare a  salvaguardia del  nostro Paese  dei nostri cari dei nostri figli ..spesso  con una ricompensa da fame..

Ufficio stampa

ufficiostampa@rinnovamentoperlitalia.tv

www.rinnovamentoperlitalia.eu

www.centrodestraunito.it

www.centrodestraperlitalia.it

Il Centrodestra per l’Italia – Partito Politico “Rinnovamento per l’Italia” di cui Presidente Paola Graziella Vallelunga e Segretario Politico Nazionale Francesco Maurizio Mulino, si è attivato per promuovere un Centrodestra unito ma sembra che la  classe politica dell’area parla bene attraverso i media ma razzoli male nel concreto in questo senso. I problemi in Campania sono tanti, l’opposizione politica nell’Aula Regionale è stata blanda, e tutti hanno visto la Gestione Caldoro ormai a termine cosa a prodotto per i Disabili in questi anni di mandato, l’annuncio mezzo stampa  dell’insediamento a Gennaio 2015, presso l’Assessorato per le Politiche Sociali della Regione Campania, dell’Osservatorio Regionale per la disabilità che la Giunta Caldoro e l’Assessore Bianca Maria D’Angelo, hanno istituito parla di un tavolo che (già operativo) e che  avendo individuato quattro tematiche secondo loro prioritarie danno ad intendere ai cittadini di essersi attivati a pieno per la categoria, ma così non è stato, al momento l’attività politica fatta per i Disabile è insufficiente. Inoltre a partire dal 2016, lo Stato taglierà il fondo per la non autosufficienza, portando a 250 milioni di euro gli attuali 400. Le problematiche dei disabili e delle loro famiglie dovrebbero essere al centro del Governo Regionale Campano, ma Caldoro e  l’Assessore sembrano sordi,  non rispondono alle richieste che gli giungono da più parti di istituire la Figura del Garante per la Disabilità , assenza di risposte adeguate che con questo ulteriore taglio  continuano a sacrificare quella parte della nostra società già duramente colpita. Noi come molte Associazioni e Movimenti che si impegnano nel mondo della disabilità auspichiamo che il Presidente Caldoro possa nel breve tempo dare risposte certe, e la Figura del Garante per la Disabilità è il primo passo per consolidare un impegno Regionale ad oggi vantato dalla Giunta ma nel concreto non ancora attuato. Se Caldoro non intende dare risposte troveremo altrove chi lo farà e se saremo eletti quelle risposte di Garanzia per la Disabilità le daremo noi del Centrodestra per l’Italia. Non avendo avuto ad oggi risposte concrete noi continuiamo a Promuovere un Centrodestra unito, fattivo e sano.  Ci stiamo attivando per  poter presentare la nostra Lista anche in Campania e vista la situazione se non si instaura un rapporto d’alleanza politica con Caldoro sulla base di un vero rinnovamento per la Campania cercheremo di proporci agli elettori autonomamente  alle prossime elezioni Regionali di Maggio 2015, ci stiamo attivando per la raccolta firme dei presentatori della Lista e se faremo in tempo saremo l’unica vera alternativa a Caldoro ed alle sue Liste.
Centrodestra per l’Italia
ufficio stampa
ufficiostampa@rinnovamentoperlitalia.tv  www.rinnovamentoperlitalia .it 

Se siete alla ricerca di etichette adesive personalizzate, il sito di riferimento è uno solo: www.etichetteadesiveveloci.it.

CHI E’ ETICHETTEADESIVEVELOCI.IT
Il sito offre una vasta gamma di prodotti relativi alla stampa di etichette adesive che possono soddisfare i diversi tipi di esigenze di ogni cliente. Le etichette sono realizzate in materiale rimovibile e sono personalizzabili su richiesta e specifiche delle aziende cliente e per questo motivo ogni prodotto è sempre un progetto diverso da un altro, un segno di riconoscimento distintivo che, come un abito, viene cucito su misura per il cliente.

Questa tipologia di prodotto si adatta particolarmente per diversi tipi di attività commerciali perché è un modo originale e simpatico di personalizzare i propri prodotti e rendere più riconoscibile il brand. A sfruttare tutte le loro potenzialità, però, sono sicuramente le aziende del settore food che con le etichette adesive possono dare un tocco originale alla confezione dei propri prodotti lasciando anche un segno indelebile nella memoria della clientela. Pasticcerie, aziende di prodotti tipici, aziende vinicole sono solo alcuni dei potenziali utilizzatori delle etichette adesive ma anche attività come negozi di bomboniere o profumerie possono avvalersi di questo prodotto.

TANTI PRODOTTI, TUTTI ORIGINALI
E’ possibile acquistare le proprie etichette adesive online, scegliendo fra la vasta gamma di prodotti che il sito mette a disposizione della clientela.

Fra gli articoli proposti, ci sono le etichette realizzate per i fiorai oppure quelle tipiche dei gioiellieri ma anche le etichette adesive trasparenti. E come dimenticare le particolari realizzazioni di etichette adesive per olio e vino?

Una categoria che ha un’ampia possibilità di scelta è quella dei pasticceri per i quali al momento è anche attiva un’offerta speciale che prevede ben tre tipi di possibilità di sconto diversi.

Le etichette adesive rimovibili possono essere create in carta o in pvc e la loro realizzazione grafica è sempre effettuata in sinergia con il cliente perché le etichette devono rappresentare al meglio lo spirito aziendale poiché diventano il primo strumento di riconoscimento di un’attività commerciale.

Infine, fra i tanti prodotti offerti da Etichetteadesiveveloci.it ci sono anche le etichette adesive per esterno che sono l’ideale sia per personalizzare le vetrine del proprio negozio che per organizzare una campagna di marketing virale nei luoghi più frequentati della nostra città.

PERCHE’ SCEGLIERE ETICHETTEADESIVEVELOCI.IT
Sono tanti i motivi per cui è consigliabile scegliere Etichetteadesiveveloci.it. Innanzitutto perché la realizzazione di etichette adesive personalizzate ha un costo molto contenuto ma è uno strumento che potenzialmente può ottenere dei grandissimi risultati in termini di visibilità e accresciuta notorietà del brand.

Poi è possibile realizzare le proprie etichette con la forma preferita in quanto Etichetteadesiveveloci.it ha a sua disposizione più di quattromila fustelle già realizzate. Questa particolarità permette di completare il lavoro molto velocemente e consegnare la merce anche in 48 ore!

Infine, facendo un ordine di etichette adesive di qualsiasi tipo, l’impianto grafico è totalmente gratuito, il che rende le etichette adesive personalizzate ancora più convenienti.

PROVIAMOLE!
E’ possibile richiedere una bozza gratuita delle proprie etichette autoadesive, così da verificare con mano la qualità dei prodotti e del servizio offerti.

Cosa aspetti, allora? Contatta subito Etichetteadesiveveloci.it e richiedi la bozza grafica e un preventivo. I tuoi nuovi potenziali clienti aspettano solo di conoscerti!