ROSSANO MADIA (RPI), LIMITE DI ETA’ PER I CONCORSI NELLE FORZE ARMATE È DISCRIMINANTE

Rossano Madia Coordinatore Provinciale per Pavia del Partito Politico Rinnovamento per l’Italia dice: ìn un paese dove l’età pensionistica diventa sempre più lunga e dove ci si Laurea in età molto   avanzata rispetto ad altri paesi dell’unione europea ritengo discriminante l’attuale limite di età posto nei   concorsi per l’accesso alle forze dell’ordine.  In materia si è gia espressa la direttiva europea 2000/43/CE con lo scopo di favorire la partecipazione di  tutte le persone alla società democratica, attraverso azioni che rendano effettivo il principio della parità di   trattamento nell’ambito dell’attività lavorativa dipendente o autonoma, come anche in altri ambiti.  Auspico dal Governo un abrogazione dell’attuale normativa posta in essere nei concorsi di accesso   particolarmente quelli dei corpi di Polizia e Militari.  Quale vice coordinatore del Dipartimento Difesa e Sicurezza e Commissario Speciale per la regione Puglia   del Partito politico Rinnovamento per l’Italia posso assicurare che R.P.I. sarà pronto come sempre a dare   battaglia affinché i cittadini italiani si vedano riconosciuti i propri diritti e affinché la democrazia e le pari   opportunità siano sempre valori garantiti nella società civile. Qualche ora fa mi è arrivata la conferma   dall’Esecutivo Nazionale del Partito, Il nostro Presidente Paola Graziella Vallelunga comprende appieno   questa problematica e mi ha assicurato che diventerà presto punto programmatico nazionale del Partito.

 

Rinnovamento per l’Italia Pericle Santoro nominato Coordinatore Provinciale di Bologna

Continua rapidamente la crescita famiglia Rinnovamento per l’Italia. Un Caloroso Benvenuto a Pericle Santoro neo nominato dall’Esecutivo nazionale del Partito Rinnovamento per l’Italia Coordinatore Politico per la Provincia di Bologna.
La Presidente Paola Graziella Vallelunga si dice convinta che il nostro Pericle Santoro sia l’uomo giusto per rappresentare il Partito a Bologna e Provincia ed a livello nazionale. Inoltre le competenze di Pericle sulle energie alternative e su i combustibili come sulla bio agricoltura saranno tenute in grande considerazione dal Partito, infatti  non a caso l’Esecutivo ha deciso di assegnare a Pericle anche il Coordinamento nazionale del Dipartimento per le Politiche delle energia alternativa ed i Combustibili. Pericle ha il compito di occuparsi anche dello sviluppo nazionale del Dipartimento e di proporre una linea politica attinente al suo Dipartimento che possa divenire presto punto Programmatico nazionale.  Il Segretario nazionale Francesco Maurizio Mulino fiducioso nell’operato del Coordinatore Provinciale di Bologna, dice di essere a conoscenza che Pericle Santoro si è già attivato per lo sviluppo territoriale e che presto avremo il quadro politico organizzativo di Bologna e Provincia.
Un Caloroso augurio di buon lavoro dall’Esecutivo nazionale e da tutto il Partito a Pericle Santoro.
Cogliamo l’occasione per augurare un buon proseguimento dell’attività politica a tutti i nostri Coordinatori, spiccano in questi giorni Rossano Madia per lo sviluppo del Gruppo Pugliese, Alex Bruni, Lombardia è Responsabile del nostro settore Tecnologico che con la sua nuova applicazione Domino sarà l’importante novità che ci supporterà alle prossime elezioni politiche, infine  a Salvatore Moncada Coordinatore Siciliano attivissimo, va il nostro in bocca al lupo per l’esondazione di Contrada Lignari Termini Imerese.
Il Partito è nel suo pieno sviluppo sul territorio nazionale, chiunque voglia seriamente attivarsi per il bene del proprio territorio o del Paese non esiti a contattarci al +39 347 6602204 oppure info@rinnovamentoperlitalia.tv

MM Casa sembra un bambino che inizia a camminare in un mondo a lui sconosciuto?

MM casa, sedi troppo distaccate e poco accoglienti rispetto ad Aler non c’è paragone, inoltre anche l’utenza che invia lettera raccomandata si trova mancante nella risposta forse perché le sedi non si parlano, ritirano le raccomandate ma non le inoltrano alle sedi per competenza,  non si capisce insomma che fine facciano le raccomandate inviate dall’utenza.
Ciò a mio avviso e dannoso per l’utenza perché non leggendo la corrispondenza chi di competenza avanza con parametri sfalsati, ad esempio: se un’utente non ha potuto fare il censimento l’MM casa gli spara un canone di locazione di 600,00 euro circa mentre magari l’utente pagava solo 70,00 euro, con la raccomandata l’utente comunica le motivazioni per cui non ha effettuato il censimento, come un ricovero ospedaliero o altro che effettivamente, evidenzia una seria impossibilità a fare l’adempimento. MM Casa probabilmente non legge le raccomandate per cui non prende atto delle problematiche e vessa così i cittadini fatturandogli il massimo possibile per la locazione e non ciò che realmente e socialmente dovuto, tenendo conto inoltre che il locatore può essere un’indigente o un Pensionato il danno aumenta. Mi chiedo a che pro questa prassi che può anche arrivare ad innescare meccanismi di revoca della concessione dell’alloggio? Gentile MM Casa nella Gestione del Patrimonio dovete agevolare i cittadini non complicargli la vita se la vostra gestione non è finalizzata in tal senso, allora a mio avviso, non ha ragione di esistere. Meglio Aler che quantomeno ha una sede accogliente e facilmente raggiungibile dall’Utenza in viale Romagna.
Mi chiedo infine, quali siano stati i parametri che hanno indotto il Sindaco Pisapia a spostare la gestione patrimoniale del Comune da Aler a MM Casa, capirei se la gestione fosse andata ad una società già ben organizzata in tal senso, con sedi territoriali se non migliori almeno simili a quelle di Aler, con sistema di comunicazione con l’utenza migliore di quello in uso da Aler, con capacità e cognizioni di gestione generale superiori a quelle di Aler, ma a quanto vedo MM Casa sembra un bambino che inizia a camminare in un mondo a lui sconosciuto, e nel frattempo ai cittadini non resta che sperare che MM Casa impari a camminare velocemente e che qualcuno la convinca ad avere una gestione più trasparente, più vicina  e più snella nei rapporti con l’utenza.
Il dubbio c’è che lo spostamento della gestione da Aler a MM Casa sia stato voluto solo per toglierla ad una certa classe politica per assegnarla ad un’altra classe politica, nel qual caso il bene dei cittadini, le migliorie o altro…… non centrano assolutamente nulla ma sarebbe solo una questione di rimpasto politico.

         Raggruppamento
         Centrodestra per l’Italia
         Partito Politico
         Rinnovamento per l’Italia
         Il Segretario politico nazionale
         Francesco Maurizio Mulino

nuova esondazione a Termini Imerese Contrada Piani Marini, è il Sindaco se ne va alla mostra

Esondazione Termini Imerese, i cittadini di nuovo sfollati e il Sindaco  non risponde…era alla Mostra dei quadri al Palazzo Comunale…
06/02/2015 anche oggi in Contrada Piani Marini detta Ligari di Termini Imerese (PA) i cittadini circa 200 famiglie soffrono il pericolo dell’esondazione del fiume, un solo ponte pericoloso, un unico passaggio che collega le loro case al centro abitato. Il Sindaco Salvatore Burrafato come al solito inesistente, la massima istituzione era impegnata al Palazzo comunale ad una Mostra di quadri cosa che ha reputato forse più importante che rispondere al telefono ai cittadini che un’ennesima volta sono stati sfollati dalle loro abitazioni per il pericolo dell’esondazione del fiume. La protezione civile Termitana guidata dal Geometra Neglia che è anche Direttore dei lavori pubblici appaltati dal Comune ad un’impresa privata, lavori nelle immediate vicinanze che però nulla hanno a che vedere con il ponte pericoloso e con il fiume, li ha sfollati appunto portandoli oltre il Ponte pericoloso. Personalmente mi appare singolare il fatto che il Geometra Neglia Dirigente della Protezione Civile Comunale sia anche Direttore dei lavori per un appalto pubblico concesso all’impresa privata da cui percepirà immagino un lauto compenso, ma comunque l’assegnazione dell’appalto e la singolarità della duplice veste del Geometra sono un’altra questione che attenzioneremo in seguito. Al momento la preoccupazione va a quelle famiglie che il Sindaco Totò Burrafato lascia in uno stato di solitudine, si limita a portarli oltre il ponte pericoloso per  poi lasciarli come si suol dire in mezzo ad una strada. Non è la prima volta che accade, lo sfollamento delle famiglie a causa dell’esondazione di quel fiume l’ultima accadimento è di pochi giorni fa, quando per l’appunto avevamo scritto sulla vicenda. In sintesi, Salvatore Moncada il nostro Coordinatore comunale e sfollato con la sua famiglia chiamò il Sindaco durante l’esondazione e lui gli rispose “non sono mica un benefattore”, parole già allora molto discutibili anzi assurde dette da un Sindaco in un simile frangende. Oggi Salvatore Burrafato aumenta la dose, non contento evidentemente della meschina figura fatta per la precedente esondazione non risponde al telefono.
Il Salvatore Moncada appena sfollato dalla Protezione civile con la sua famiglia decide di recarsi in comune e li, sale la rabbia nel vedere che il Sindaco anzicché sincerarsi della grave situazione era alla Mostra dei quadri, avvenimento forse prioritario per Lui rispetto a ciò che accadeva alle 200 famiglie sfollate? lasciate dalla protezione civile oltre il ponte ed un’altra volta in balia di se stessi. Per fortuna molti hanno parenti a cui chiedere aiuto, ma tutti hanno parenti disposti ad aiutarli? Noi non lo sappiamo! Una cosa la posso affermare però con certezza che il Comune di Termini Imerese merita un Sindaco ben diverso, attento alle necessità dei cittadini maggiormente in simili frangenti, quando questi cittadini in pericolo chiedono aiuto, le istituzioni devono esserci, devono rispondere, devono dare soluzione e se Salvatore Burrafato non è in grado di fare ciò, allora e meglio che presenti le sue immediate ed irrevocabili dimissioni. Mi meraviglio dei tanti consiglieri comunali di maggioranza così come di minoranza, mi chiedo cosa aspettino a sfiduciare il Sindaco, forse che in Contrada Piani Marini ci scappi il Morto?
Mentre la Prefettura di Palermo con fare soft scrive al Sindaco di fare il necessario per garantire i cittadini di Termini, il Sindaco sembra fregarsene apertamente o ancor forse volutamente, preso dai suoi incontri mondani. La Prefettura di Palermo rappresenta l’ufficio territoriale del Governo, il Prefetto non agisce con fermezza si limita a scrivere al Sindaco come stesse parlando ad un “amico”. Se il Sindaco non tutela i cittadini la loro salute la loro sicurezza va RIMOSSO!

Centrodestra per l’Italia

Partito Politico

Rinnovamento per l’Italia

La Presidente Paola Graziella Vallelunga

Il Segretario Polico Nazionale Francesco Maurizio Mulino 

Rinnovamento per l’Italia al fianco dei Notai per la Tutela dei Cittadini il Governo Renzi rottama la Tutela

Lettera aperta ai Notai
Cari Notai, da tempo il Partito Rinnovamento per l’Italia Promotore del Centrodestra per l’Italia, sigla nata allo scopo di realizzare un Centrodestra unito in grado  governare il Paese, vi sta sostenendo, attraverso anche i nostri 100 punti del Programma nazionale “Carta delle Dignità” (già pubblicata mesi fa integralmente su AgenParl.it . Un punto in particolare,  esprime la necessità per l’apparato di Giustizia italiano di istituire “Commissioni di Giustizia CivileTerritoriali” presso gli Studi Notarili. E’ con l’essenziale ausilio dei Notai,  già presenti capillarmente sul territorio nazionale che i cittadini potranno attraverso la nostra politica ottenere un vero e concreto snellimento della Giustizia Civile.
Oggi il Governo Renzi indisturbato vuole ROTTAMARE LA TUTELA che i Notai hanno da sempre dato ai cittadini attraverso l’esercizio di una Professione tanto antica quanto unica. Rinnovamento per l’Italia aberra la Politica scellerata del Governo sostenendo i Notai e sopratutto i Cittadini che sono stati già da tempo privati delle Dignità ed oggi,  la politica Governativa li priva anche della Tutela, forse…… anche delle Proprietà.
Rinnovamento per l’Italia al fianco dei Notai affinchè insieme si possa rimettere ordine alle scellerate scelte del Governo Renzi. Un palese attacco alla Categoria ed un grave danno  per la Tutela dei Cittadini.
Contattateci al +39 3476602204 e-mail presidente@rinnovamentoperlitalia.tv
Ufficio stampa
web: www.rinnovamentoperlitalia.it www.rinnovamentoperlitalia.eu
wwwcentrodestraperlitalia.it www.centrodestraunito.it
 

Immigrazione clandestina, giusto bilanciare con il Privilegio di cittadinanza agli italiani

Nella foto la Presidente di Rinnovamento per l’Italia

Il Partito Rinnovamento per l’Italia RPI si è fatto Promotore del Centrodestra per l’Italia CDI Sigla varata allo scopo di realizzare un Centrodestra unito in grado di contrastare la politica scellerata della sinistra, Francesco Maurizio Mulino Segretario nazionale di RPI e Portavoce politico del CDI dice: credo di parlare a nome di tutti gli aderenti ad RPI e della Presidente Paola Graziella Vallelunga quando dico che è in forte aumento il malessere nel nostro Paese, gli  italiani sono sotto la soglia di povertà scarse le risorse per sopravvivere.  A loro non pensa nessuno siamo un Paese troppo spinto ad aiutare chi arriva dall’esterno ma in “casa nostra troppe lacune”, l’assistenza sociale per gli italiani non funziona è scarsa, le risorse per lo più deviate al sostentamento degli extracomunitari. Stiamo diventando un Paese dove il valore di essere italiano sta scomparendo, Grillo dice  “Gli extracomunitari siamo noi” e si chiede  ironicamente a quando i barconi in partenza dall’Italia per le coste dell’Africa o del Medio Oriente? prosegue poi dicendo “In Italia non esiste, come negli altri Paesi della UE, un reddito di cittadinanza”. Grillo sbaglia 1) gli Extracomunitari non siamo noi, noi siamo ITALIANI e continueremo a batterci per affermarne il valore sia in “casa nostra” che fuori!!! E’ utopia pensare che lo Stato possa pagare un reddito di cittadinanza, lo Stato deve impegnarsi a garantire un reddito sociale dignitoso a tutti i cittadini Italiani che lo necessitano, l’aiuto a chi proviene dall’esterno si può continuare a dare ma solo in forma ridotta, limitatamente ad un fondo economico mirato e su base annuale,  la cui percentuale non deve essere superiore al 30% dei fondi destinati al sostegno degli italiani, finito il fondo del 30% dedicato agli extracomunitari…. basta, li deve fermarsi l’Italia! prima si tutelano gli Italiani poi si può pensare gli stranieri, non viceversa. Il Paese deve fare la sua parte per gli aiuti agli ai Profughi ma non accollarsi tutto e tutti, Profughie clandestini. Sarebbe ora che gli altri Paesi comunitari economicamente più forti intervengano e facciano la loro parte! Fa presto Grillo a dire cosa non va, ma proteste a parte, noi vogliamo istituire il Privilegio di cittadinanza per gli italiani nei rapporti tra P.A. e cittadino allo scopo di bilanciare l’ormai strapotere degli immigrati derivante sia dal numero degli ingressi sia dall’atteggiamento della P.A. verso questi. Invece qual’è laricetta degli altri Partiti o Movimenti politici?per il PD sicuramente è quella di accoglierli dargli vitto, alloggio, cure mediche e denaro in maniera che si sviluppi e proliferi il razzismo e la intolleranza tra cittadini italiani ed ospiti desiderati o indesiderati che siano.
Centrodestra per l’Italia
Ufficio stampa

Centrodestra unito Rinnovamento per l’Italia Promuove il Privilegio di cittadinanza agli italiani

Il forte ingresso in questo decennio di clandestini in Italia ha configurato una situazione anomala nel Paese, gli italiani quasi come ospiti nella loro Patria, ciò in particolare è maggiormente palpabile nel mondo del lavoro e nei rapporti tra cittadino e Pubblica Amministrazione, quest’ultima forse per non essere accusata di razzismo o di favoritismo ha di fatto creato una situazione rovesciata, l’italiano che si rivolge alla P.A. si ritrova in secondo piano rispetto al cittadino ospite (sia questo voluto in Italia che Clandestino). Un sistema che fomenta una diversa tipologia di razzismo e di discriminazione che sta acerberando giorno dopo giorno sempre di più la convivenza tra italiani e stranieri nel nostro Paese.Il Partito Rinnovamento per l’Italia promotore del Centrodestra unito crede nella necessità politica di riequilibrare la convivenza in Italia tra Cittadini italiani e stranieri attraverso l’introduzione di una legge che sancisca quelli che noi definiamo sacrosanti diritti di appartenenza, diritti di Patria e conferisca ai Cittadini italiani il Privilegio di Cittadinanza particolarmente nei rapporti con gli uffici della Pubblica amministrazione in tutte le sue realtà. Sia la Presidente Paola Graziella Vallelunga che il Segretario nazionale Francesco Maurizio Mulino concordano nel definire il PRIVILEGIO DI CITTADINANZA per gli italiani una bilancia indispensabile sia a smorzare le tensioni createsi dall’ingresso in Italia di clandestini che quale mezzo di prevenzione che concorre a ridare la dignità sottratta agli italiani dal sistema in uso. Daltronde tutte le maggiori istituzioni promuovono teoricamente il valor di Patria chiaramente sconosciuto se si parla di Italia ai clandestini. Ricordiamo a tutti coloro che desiderano seguirci che è possibile farlo attraverso i siti internet. www.centrodestraunito.it www.centrodestraperlitalia.it www.rinnovamentoperlitalia.it oltre che attraverso i social network cercando Rinnovamento per l’Italia chi invece desidera comunicare con noi puo farlo inviando una e-mail a info@rinnovamentoperlitalia.tv oggetto: PRIVILEGIO DI CITTADINANZA.

Centrodestra unito
Partito politico
Rinnovamento per l’Italia
Ufficio stampa

Il Centrodestra per l’Italia incassa l’adesione del Partito Rinnovamento per l’Italia per un centrodestra unito

 Anche il Partito Rinnovamento per l’Italia ha aderito al Progetto "Centrodestra per l’Italia" per promuovere per un Centrodestra unito. Contatti sui siti www.centrodestraperlitalia.it  www.centrodestraunito.it  www.rinnovamentoperlitalia.eu

CENTRODESTRA PER L’iTALIA

Rinnovamento per l’Italia

Lettera aperta

Cari Italiani,

il Paese è in balia della Dittatura Rossa, sembra di rivedere un film d’annata, i cui protagonisti sono coloro che tingono la politica di Rosso, vedo il sangue su quella falce e su quel martello, hanno assassinato la Democrazia e soggiogato la Sovranità Popolare, il Governo del Paese è stato imposto al Popolo, il Presidente della Repubblica è stato scelto da loro, le Procure sono composte da Giudici vicino loro e come se non bastasse in Parlamento è completamente scarna l’opposizione. In queste condizioni non c’è bilancia, nessun equilibrio, nessuna Democrazia. Il Governo opprime il Popolo con le sue nuove leggi che favoriscono solo una parte della grande imprenditoria, penalizzando fortemente gli altri, Artigiani, Partite iva e PMI che arrancano cercando di sopravvivere, i dipendenti soggiogati, salari ancora troppo bassi, 80 euro promessi ma a fronte dei diritti acquisiti tolti, e di aumenti delle prime neccessità per vivere, tutto inasprito fino al punto che puoi sentirti dire tranquillamente da una Pubblica Amministrazione "faccia faccia, denunci pure". La tutela dello Stato è cosa solo per stranieri, e non puoi ribellarti al sistema altrimenti rischi grosso. A volte mi chiedo, c’è differenza tra quella classe politica e la Mafia? non riesco a rispondermi,  forse perché non sono io che deve dare risposte di questa domanda, rimpiango quei Magistrati che sono morti difendendo lo Stato. Che fare? solo una strada è percorribile unirsi, allearsi è battere alle prossime elezioni quella classe politica che oggi dimostra di essere il nemico numero 1 del Popolo.

Francesco Maurizio Mulino