LA PRESIDENTE VALLELUNGA RISPONDE ALLA SIG.RA SILVIA TOZZI DI ALTOCREMASCO.IT

Gentile Signora Silvia,

sono la Presidente del partito Politico Rinnovamento per l italia … ebbene si… proprio io si stupisca pure visto che si è già stupita su un Suo articolo della mia presenza al Gazebo..

Personalmente non ho il piacere di conoscerLa nonostante Lei dica aver ritirato dalle “nostre mani” il foglio della petizione… e per quanto mi riguarda Lei ha scritto note sulle nostre iniziative senza averci mai incontrato ne mai aver dialogato con noi ne mai essersi presentata a noi in qualità di giornalista per cui è lecito ignorare che Lei sia una Giornalista in quanto tanti che desiderano diventarlo collaborano con giornali on line al fine di poter ottenere il tesserino di pubblicista per cui anche io al momento non essendosi a me mai presentata come una giornalista ne avendo mai visto un Suo tesserino ignoro che Lei sia una giornalista non credo essere tenuta a fare la chiaroveggente….o si???

Le scrivo( ma non ci prenda l abitudine non ho molto tempo da dedicarLe in futuro di solito il mio tempo lo dedico a cose molto piu importanti non se la prenda ma capire perchè alcuni ammalati muoiono per colpa della malasanità che nega loro il diritto spesso ad avere l esenzione del ticket e quindi il diritto a fare analisi strumentali o capire perché certi direttori di ospedali protetti da certa politica prendono stipendi da capogiro rubando soldi pubblici o capire perché gli italiani sono senza casa e dormono in strada mente clandestini ormai definiti profughi invece sono coccolati bè…mi sembra cosa molto piu importante che rispondere ad un articolo- .. (questo ovviamente da un mio personale punto di vista e.. dal Suo? è opinabile ? ) in quanto ho letto su internet un Suo titolo che non rispecchia la realtà .( e per questo, ci bastano già certi Politici che vincono le elezioni con una maglietta e poi ne indossano ,per amore dei voti, subito, un altra tradendo chi li ha votati ….non le pare?)

Lei ha titolato un Suo articolo “UNA LETTERA PIENA DI INSULTI DA RINNOVAMENTO PER L’ITALIA” a proposito di una lettera che Lei stessa ha deciso di pubblicare ( non credo qualcuno di Noi gli è lo abbia imposto…)che è firmata SOLO dal Nostro Segretario Generale e penso che Lei, da giornalista, dovrebbe sapere che un singolo che firma anche se rappresenta un partito , non è l intero gruppo politico e quindi non si può citare l intero partito come firmatario di una lettera in un Titolo se l intero partito non ha firmato quella missiva…, in quanto, la lettera alla quale Lei si riferisce non è firmata da Rinnovamento per l italia ma dal nostro segretario e spero Lei conosca la differenza sia giuridica che penale….tra singolo e gruppo..

Rinnovamento per l’ Italia ,cosa che forse Lei ignora ,è un Partito Politico registrato con atto notarile (e non una sigla o abbreviazione del nome personale del segretario nazionale …) quindi Lei citando nel Suo titolo di avere ricevuto una lettera di Insulti da parte di Rinnovamento per l italia ha tirato dentro tutti i componenti.e .il nome di un intero partito che è composto anche da altre persone e coordinatori in giro per l italia ( le metto solo le iniziali del nome di alcuni dei nostri coordinatori che conoscerà presto in tribunale se per come mi hanno già detto, sentendosi infastiditi dal titolo decideranno dietro consiglio dei nostri legali di denunciarLa la denunceremo in tanti se i legali ci diranno di si,,, c è P. , G., A. S. R.,B.,M.,C., etc etc, scusi se non facciamo troppa pubblcità ai nostri coordinatori ma i nostri coordinatori preferiscono lavorare senza proclami e forse non vanno in Tv con le magliette e la scritta a favore di Tizio e caio per accalappiare voti di tizio per poi tradirli con Caio ( ogni riferimento a persone o cose è puramente casuale ) ma preferiscono lavorare in sordina ma se Lei avrà piacere potrà pubblicare molte cose buone che hanno realizzato i nostri vari coordinatori nelle loro città di residenza…quindi ,sia io che alcuni coordinatori ci siamo sentiti chiamati in causa e, coinvolti in un titolo pur non essendo firmatari di quella lettera che Lei cita e per la quale appunto abbiamo già chiesto ai nostri legali di occuparsi della questione, visto che nel Suo articolo scrivendo nel titolo il nome di Rinnovamento per l italia ha coinvolto tutti noi, scrivendo come se tutti noi Le avessimo inviato una lettera di insulti… (e spero potrà dimostrare in tribunale se la citeremo che tutti noi componenti abbiamo firmato la lettera di insulti

Le dico però che il sarcasmo che ho colto nel Suo primo articolo ma anche nel secondo mi appare di pessimo gusto .(Ammesso che Lei conceda la libertà d espressione anche a me cosi come Lei si è presa libertà di espressione nei suoi pubblici articoli nei nostri confronti!)

Ho letto poco fa la lettera che il Segretario Le ha inviato e mi chiedo La libertà d espressione è una regola ancora in uso in questo Paese ? stando alla Sua seconda uscita on line su di Noi no…..bè ,forse dopo il suo primo articolo avremmo dovuto valutare Noi immediatamente la possibilità di portarla in tribunale dando subito il Suo articolo in mano ai Nostri legali , ma , scusi la ripetizione avendo al momento cose molto importanti da fare ( ovvero capire come certi enti privati rubano soldi pubblici fregando i cittadini e dovendomi occupare di salvare la vita ad altri cittadini che a causa di strade e ponti pericolosi che le istituzioni preposte non sistemano

restano vittime di incidenti , a mio avviso è sicuramente piu importante di una denuncia ad una articolo di una giornalista peraltro giornalista a me sconosciuta ,( per quanto mi riguarda potrebbe essere la giornalista più famosa al mondo ma io non conoscendola la reputo una giornalista sconosciuta…) giornalista che dovrebbe sapere che citare più persone all ‘interno di un Titolo che non hanno sottoscritto quella lettera è cosa molto grave , forse molto piu grave della parola pseudo per la quale Lei si è risentita che è sicuramente frutto dell’ignorare chi sia Lei… ( Ignorare che un giornalista sia veramente tale è lecito.. non è lecito invece sconoscere da giornalista la gravità di citare in un titolo piu persone che NON sono firmatarie della lettera che Lei cita includendoci tutti nel Titolo come firmatari

Comunque, è libera di fare ciò che vuole ma Le regole della controdenuncia ancora grazie al Cielo esistono ancora in questo Paese e quindi qualora volesse denunciare il nostro Segretario per motivi che ha creato Lei stessa pubblicando Lei stessa di Sua iniziativa il contenuto della lettera che il Segretario ha inviato SOLO almeno sino a ieri alla Sua email privata e non ad un sito pubblico sarà valutabile dai nostri Legali di eventuale controdenuncia e dovrà dimostrare che il Segretario ha inviato a qualche giornale la lettera stessa lettera che ha inviato a lei e solo allora potrà parlare di toni diffamanti da parte del Nostro Segretario in quanto Mulino ha reagito rispondendo a Lei personalmente in difesa del partito che come segretario cerca di rappresentare al meglio cosi come tutti i componenti di Rinnovamento per l’Italia cercano di fare il meglio per il popolo e per rappresentare al meglio il Partito ma valuteremo entro poche ore se portarLa in tribunale per averci coinvolto nella lettera attraverso il Suo Titolo tutti quanti pur essendo Noi ignari del fatto ( e guardi che contrariamente a quanto Lei pensa i componenti del Partito non sono solo due ….)

Le anticipo che sarà mia premura Lunedi fare due note all ordine dei Giornalisti per chiedere spiegazioni sul Suo comportamento e sulla Sua iscrizione all Ordine

Prima di chiudere, esprimo qualche riflessione…esiste il giornalismo classico …, quello sarcastico,…quello provocatorio…, quello di parte…,etc etc… cosi come esistono refusi ortografici ,di battitura e lapsus di scrittura ovvero quando una persona è talmente concentrata su una questione scrive una parola pensando di scriverne un altra (e se stampa per la fretta senza rileggere facile che ci scappi l ‘ errore.. e a volte anche più di uno ) e difatti pure io vado di corsa stasera tanto che non ho tempo di rileggere e se ho prodotto qualche refuso ortografico o di battitura o di lapsus bè… mi perdoniii ma comunque ,credo che i miei refusi Le saranno utili , pensi, che potrà fare la maestra anche con me e bè….non può certo dire che me la tiro.. ( su Signora Giornalista, trovi gli accenti fuori posto e gli errori anche nel mio comunicato, quardi che ce ne sono tanti gli è l ho detto non rileggo sono troppo di fretta trovi pure gli accenti francesi, chissà che magari non ho pure la tastiera che fa stenografia magari la facciamo tornare di gran moda…quanti puntini di sospensione ho messo??? Più di tre?? noo comeee? le virgole? oh caspita dimenticate pure quellle ? le parole ripetute a mo di lapsus^ quante ne ho scritte ohh caspita,,, be…. al di la dei refusi, per il futuro mi faccia sapere che tipo di giornalismo fa nelle Sue rubriche visto che non la conosco mi dica se le Sue rubriche sono di tipo sarcastico, comico,, cronaca rosa ,nera ,sportiva , politica cosi Le invierò volentieri i nostri comunicati con toni attinenti alla Sua rubrica . non vorrei mai inviarLe un comunicato stampa politico ad una rubrica comica.. non sarebbe attinente e non ci starebbe molto bene…

cordiali saluti

Paola Graziella Vallelunga

Presidente del partito Politico Rinnovamento per l’Italia..

( si ricordi presidente e non tutto rinnovamento per l Italia )

saluti

Egr. Silvia Tozzi fare giornalismo è un altra cosa!!!

Egregia Silvia Tozzi di altocremasco.it fare giornalismo è un altra cosa…
Rivolta D’Adda 30/07/2015 il PARTITO POLITICO RINNOVAMENTO PER L’ITALIA risponde alle menzogne della Signora Silvia Tozzi del sito Alto Cremasco
Egr. Signora Silvia Tozzi
Ho notato un articolo su L’AltoCremasco il 28/07/2015 a firma della Signora Silvia Tozzi che parla di Rinnovamento per l’Italia. Il Titolo dato all’articolo é: “RIVOLTA D’ADDA – Rinnovamento per l’Italia ha sede nazionale a Rivolta e a due consiglieri rivoltani ha “rubato” idee e proposte”
articolo realizzato a tentoni senza aver sentito i diretti interessati… Noi di Rinnovamento per l’Italia.
Colmo di scarsa professionalità di inesattezze da cui si intravedono nella metodica usata 1) la volontà di screditare a prescindere 2) l’assenza di verificare le notizie sparando fesserie per il solo gusto di scrivere qualcosa sul sito web.
Andiamo al dunque:
1) “Rubato”, la pochezza e la scarsa professionalità palesemente faziosa nell’utilizzo di un termine così pesante per voler dire che noi ci siamo “appropriati di qualcosa di altri si commenta da sola”, se qualcuno ha messo in campo una iniziativa simili in favore dei cittadini (cosa tutta da verificare)si può dire eventualmente che anche noi promuoviamo qualcosa promossa da altri, non che rubiamo, addirittura tagga l’articolo con la parola “plagio” ma è proprio certa di essere una giornalista la Signora che lo ha scritto?
2) “Cos’è il Partito Rinnovamento per l’Italia” in-commentabile!
3) In quale volantino ha letto che si parla di strisce blu???
4) La nostra Petizione è partita dall’aver assistito a scene ritenute ingiuste sanzioni che avrebbero potuto essere evitate. Ma la giornalista scrive “Di fatto, Vallelunga e Mulino si sono appropriati di quella che da almeno due anni è la lotta del consigliere comunale leghista che chiede e che informalmente ha da tempo ottenuto – l’istituzione della sosta breve in piazza.” Assurdo e non credibile che un Consigliere ci abbia messo due anni per ottenere un assenso humma humma, nel concreto assenso inesistente, se così fosse consiglierei al Consigliere in questione di dimettersi e far altro. Ma si rende conto di ciò che
scrive la Signora Silvia??
5) l’altro furto di idea secondo la giornalista è ricondotto ad un articolo fatto precedentemente da un altro Consigliere Comunale che diversamente da noi non ha scelto la forma della Petizione popolare per condurre la battaglia contro il sistema autovelox della Polizia Provinciale.
6) E’ vero che nel volantino si confondeva Polizia locale con Provinciale ma l’errore di battitura a volantini stampati non è stato corretto come spiegato ai giornalisti che ci hanno intervistato non li spedivamo per posta a casa ma li distribuivamo brevi mano spiegando l’errore infatti gli articoli sul quotidiano e sul settimanale sono ben diversi dal suo.
7) Infine la nostra politica è concreta e “l’ignoranza”, della Signora che dice di essere una Giornalista professionista ma digitando il nome Silvia Tozzi All’Albo dei Giornalisti della Lombardia non appare tra i Giornalisti iscritti All’Albo Lombardo forse sarà iscritta altrove ma in Lombardia con il suo nome e cognome risulta non essere in elenco.
Il piccolo sito Web chiamato AltoCremasco sembra essere un sito d’Informazione non una Testata Giornalistica regolarmente Accreditata con iscrizione in Tribunale.
Sul nostro Programma nazionale è consistente ed evidente. Ricordo che il nostro Programma politico nazionale denominato “Carta delle Dignità” circa 100 punti realizzabili. Sono ben visibili su internet, www.cartadelledignita.it
oppure su www.rinnovamentoperlitalia.it , il Privilegio di Cittadinanza agli Italiani nei rapporti con la Pubblica Amministrazione è da noi ritenuto un ottimo strumento quale bilancia, in grado di poter ridare dignità agli italiani riequilibrando il marasma dannoso creato dal forte numero di stranieri tra clandestini, profughi ed altro piombati in questi ultimi anni in Italia. Consiglio alla luce degli accadimenti alla Signora Tozzi di scrivere pubbliche
scuse, e di verificare prima di pubblicare cose come in questo caso che poi si evidenziano colossali fesserie.

Francesco Maurizio Mulino
Segretario politico nazionale del Partito Rinnovamento per l’Italia

RINNOVAMENTO PER L’ITALIA DENUNCIA GOVERNO . IPOTIZZATO IL REATO DI FALSO IN ATTO PUBBLICO ED OMISSIONE DI ATTI D’UFFICIO

La denuncia:

http://rpi.altervista.org/alterpages/denunciagoverno.jpg

ORASTOP!!!!!è ora di dire basta, è il momento di rimettere le cose a posto ed iniziare un profondo processo di Rinnovamento del Paese.

Continuano a riversare fango sull’Italia, quasi tutti i Media ITALIANI  E STRANIERI hanno  scritto che l’Italia è entrata in Europa” grazie” al fatto che qualcuno ha falsificato i documenti necessari all’ingresso dell’Italia in Europa.

Siamo stanchi di sentire ancora oggi queste parole lesive sia per l’Italia che per noi cittadini,in quanto se è cosi  non solo siamo stati presi in giro e inseriti in un calderore che comunque ci avrebbe inevitabilmente portato alla riovina non avendo le caratteristiche  economiche per mantenere florido il Nostro Paese  ma   è stato ancora una volta trasmesso  al Mondo il messaggio che l’Italia è il Paese dove l’illegalità prolifera in tutto e per tutto dando come sempre l immagine al mondo di un Popolo corrotto quando che invece l italia è un Paese fatto anche di tantissime persone oneste che la mattina si svegliano all alba per andare a lavorare con onestà  e che per la loro onestà si sono addirittura suicidati  a seguito dei debiti  involontari con lo Stato che spesso erano causati dallo Stato stesso….. Noi di Rinnovamento per l Italia non vogliamo e non possiamo stare con le mani in mano , qui ne vale della vita degli italiani qui ne vale della Nostra italia qui ne vale della nostra dignità e del nostro futuro!!!!!Siamo stanchi di sentire sbraitare in tv sempre le solite cose dai soliti politici colpevoli spesso di malapolitica e riciclati a nuovi paladini dell italia !!!! nelle vesti di Presidente di Partito Paola Graziella Vallelunga e Segretario Nazionale Francesco Maurizio MUlino legali rappresentanti del Partito Rinnovamento per l Italia abbiamo deciso di mettere uno STOP a tutto ciò !!!!  PALADINI DELLA CHIAREZZA E TRASPARENZA  ci siamo recati dalle Forze dell ordine e abbiamo sporto denuncia contro il Governo ! vogliamo  sapere se è vero che l’Italia è entrata in Europa perché qualcuno ha prodotto documenti falsi alla Comunità Europea o recanti false dichiarazione?? ebbene se ciò corrisponde al vero vogliamo sapere chi ha prodotto la falsa documentazione, a nome e per conto di chi è stata prodotta e a quale fine ? ricordiamoci che  nessun referendum è stato fatto in l Italia per chiedere ai cittadini cosa ne pensassero in merito all EURO . Rinnovamento per l’Italia ha sporto quindi  a Luglio 2015 Denuncia nei confronti di chiunque abbia ,eventualmente, se vero, manomesso i conti pubblici e ingannandoci portato alla rovina  ci aspettiamo  che la Magistratura indaghi, verifichi e se qualcuno ha commesso atti illeciti che paghi come qualsiasi cittadino che delinque e possa risarcire tutti gli Italiani che in questi anni hanno subito mortificazioni   e gravi danni per colpa dell EURO. Rinnovamento per l Italia si costituisce parte civile nei confronti di tutti i cittadini che eventualmente  sono stati danneggiati Nel caso tale documentazione risulti non falsificata  nei contenuti è ora di dire basta a quelle parole che ancora oggi infangano il Paese ed i suoi cittadini…..

 

Saronno: Mulino a Fagioli no a registrazione Matrimoni Gay

Caro Silighini se qualcosa in comune tra noi c’è è proprio la questione dei Matrimoni Gay, anche noi non condividiamo l’iscrizione dei Matrimoni Gay nel Pubblico registro dei Matrimoni tradizionali, ma preciso però che nulla vieti la possibilità di istituire un Pubblico Registro Civile di sposi Gay a patto che questo avvenga a seguito di modifiche di legge a garantire il rapporto tra famiglia ed adozioni per noi concedibili solo a coppie non diversamente sposate cioè tradizionali. Pochi mesi sono passati da quando io e la Presidente Paola Graziella Vallelunga abbiamo denunciato presso la Polizia di Milano il Sindaco di Milano quello di Roma e di Bologna per aver trascritto i Matrimoni Gay nei Registri. Quella denuncia facilmente rintracciabile sul web, fu poi archiviata dal Procuratore capo della Procura di Milano Edmundo Bruti Liberati che esordì sui quotidiani dicendo che Pisapia (Sindaco di Milano) non era indagato e che le denunce erano ad opera di ignoti, ancora devo capire cosa c’era di ignoto nelle denunce fatte da noi ed immediatamente pubblicate via internet, così come devo ancora capire la fatica di Bruti Liberati nel recuperare le Prove visto che i Registri se non li hanno spostati per l’avvento di un fantasioso tzunami sono ancora custoditi in Comune, inoltre la questione aveva preso immediatamente risalto nazionale. Il punto principale della Denuncia e che esistono delle regole ed il primo cittadino deve dare l’esempio nel rispettarle (e questo secondo me è indiscutibile), politicamente invece è una maniera viscida, pericolosa e indegna di far politica sostituendosi ai cittadini su un tema di tale importanza, la decisione di registrare o meno sui Pubblici Registri i Matrimoni doveva spettare al Parlamento sentiti i cittadini attraverso Referendum popolare e non ad alcuni Sindaci che usando la loro autorità per interessi politici di parte stravolgono un sistema consolidato al solo scopo di conservare l’elettorato Gay.  Non sapendo ad oggi quanto tempo resterà in carica il Sindaco perché è ancora pendente il nostro ricorso al TAR,  non credo che il Sindaco Fagioli voglia fare come Pisapia e Marino ecc…, a meno che Matteo Salvini improvvisamente non decida di indossare una nuova maglietta a tema….,  comunque se il Sindaco di Saronno dovesse decidere di registrare i Matrimoni Gay riceverebbe la sua prima denuncia da Sindaco, cioè la mia.
Francesco Maurizio Mulino
Segretario politico nazionale
del Partito Rinnovamento per l’Italia 

Lettera aperta a Marco Giorgianni Sindaco di Vulcano, Sicilia

 

 

 

al Sindaco di Vulcano (Sicilia)

gent.mo Signor  Sindaco Marco Giorgianni,

Sono Paola Graziella Vallelunga e da alcuni articoli web abbiamo appreso che una delle isole piu belle della Sicilia che Lei rappresenta come primo cittadino al momento mette in pericolo la salute dei cittadini e dei turisti.

Come persona ma anche in qualità di  Presidente del partito politico Rinnovamento per l Italia che rappresento sono a chiederLe quanto ci sia di vero in tutto questo e se effettivamente le condizioni della spiaggia detta delle ‘acque calde‘ che si trova proprio davanti alla frequentatissima ‘vasca dei fanghi‘,sia cosi pericolosa a causa delle esalazioni tanto da mettere in pericolo la vita dei bagnanti.

Personalmente combattiamo  insieme al Segretario Politico Nazionale Francesco Maurizio Mulino e a tutti i nostri coordinatori,tutte quelle situazioni politiche che a causa di eventuali negligenze  mettono in pericolo la vita delle persone e sopratutto dei piu indifesi quali bambini e anziani essendo  importante tutelarli causa essere esposti con piu facilità a malori per il fatto di avere un sistema immunitario piu debole… Come è possibile che un Sindaco quale "ufficiale di governo" del Comune che rappresenta  che deve intervenire con immediatezza per prevenire ed eliminare gravi pericoli che minacciano l’incolumità dei cittadini  e che dovrebbe garantire la vita dei cittadini che rappresenta abbia peccato e pecchi, se è vero cio che apprendo dai giornali di cotanta negligenza ?E’ mai possibile che un Sindaco che  dovrebbe avere come priorità la  tutela della vita della gente possa peccare di menefreghismo?personalmente  non credo e al momento non avendo da parte Sua alcuna risposta  attendo che mi possa informare sulla reale situazione  di pericolo  tramite email al fine di poter capire come stanno realmente le cose  e per tale ragione non esprimo al momento alcun rimprovero se non quello che esprimerebbero tutti in medesime circostanze….

Le anticipo  per una questione di correttezza che invierò questa nota anche ad alcuni giornali che solitamente ci pubblicano .

Un cordiale saluto, resto in attesa di un suo eventuale riscontro.

Paola Graziella Vallelunga

La Presidente di Rinnovamento per l’Italia

Paola  G.Vallelunga

ph. + 39 347 660 2204

presidente@rinnovamentoperlitalia.tv

www.rinnovamentoperlitalia.eu

www.rinnovamentoperlitalia.org

www.rinnovamentoperlitalia.it

www.graziellavallelunga.altervista.org

 

Saronno Vieta alla Lista con Chiappucci Candidato Sindaco di mettere il Gazebo, ma agli altri no

Non ci sono parole per descrivere quello che sta accadendo in Italia Saronno compreso…lo scenario politico di tutti gli altri partiti è confuso e critico . I vertici dell’Amministrazione Comunale  PD  alla nostra prima richiesta di collocazione di un Gazebo per svolgere gli adempimenti necessari alla presentazione della Lista ad elezioni 2015 (quali ricerca candidati, raccolta firme, divulgazione di punti programmatici etc..)  hanno respinto per iscritto l ubicazione del Ns Gazebo per  la data del  25 aprile, la prefettura di Varese telefonicamente ha  rafforzato  tale diniego  motivandolo con lo facciamo  per la “ tutela della sicurezza pubblica”, cioè temevano scontri per manifestazione dei Centri sociali.., ora la domanda è spontanea : come mai per noi si temevano scontri con i Centri sociali mentre invece per la Lega e suoi alleati no visto che  esponenti Lega e Gazebo al seguito il 25 aprile erano in Corso Italia ? Possibile che per la Lista del Partito Rinnovamento per l’Italia con Claudio Chiappucci Candidato Sindaco si temevano scontri con i centri sociali e per la Lega + FI questi scontri non si temevano? Inoltre anche  per il giorno 26 aprile 2015 ci hanno verbalmente negato  la collocazione del gazebo dicendo che non sarebbe stata concessa a nessuna forza politica a causa della presenza della Fanfara, pertanto ci dicevano  inutile che  ne fate  richiesta, bene.. noi abbiamo osservato il diktat dell’Amministrazione Comunale non mettendo il nostro Gazebo, ma la Lega ed altri come mai  anche il 26 aprile sono li con il loro Gazebo,  e come mai proprio dove avremmo dovuto mettere il nostro Gazebo in via Mazzini angolo Piazza Libertà c è il Gazebo del PD anziché il nostro?  Discriminazione, abuso di potere, non rispetto delle norme, impedimento a manifestare  la nostra idea politica allo scopo di agevolare altri? lo appurerà chi di competenza e se è il caso anche la Magistratura …… ma la cosa che infastidisce di più è vedere come stanno martoriando la Politica Saronnese! che la smettano di prendere in giro i cittadini, se per noi è discriminazione per altri allora  è “favoreggiamento”, mi chiedo ma per quale strano motivo l’Amministrazione, Partito Democratico dovrebbe avvantaggiare la Lega Nord?   c’è un’asse PD + Forza Italia + Lega, un patto di non belligeranza e di sostegno tra loro per la spartizione dei futuri seggi tra chi da anni gestisce la macchina amministrativa, da Governo e da finta opposizione, in barba alle ideologie politiche e di appartenenza. Mi chiedo ma che porcheria politica è? Ricordo che in fondo la Lega Nord non è un Partito di destra ma solo una forza politica che fino a ieri portavano avanti slogan quali, Padania is not  Italy (oggi invece parlano di amici Siciliani….. ) ma quelli della vera Lega che inneggiavano a Miglio come la digeriscono questa situazione? mentre il PD nulla ha più a che vedere con i veri comunisti di una volta, io li considero oggi i politicamente quali i “commercianti” di sinistra, Forza Italia a fatto il salto della staccionata da destra a sinistra visto che sono dichiaratamente alleati. Silenzi e favoritismi evidenziano a mio avviso accordi politici “sotterranei” all’insegna dell’inciucio ed  in particolare è chiaro che temono la genuinità della nostra Lista capitanata da Claudio Chiappucci, altrimenti perché ostacolarci così? Con tutte le difficoltà che ci creano stiamo procedendo con gli adempimenti necessari alla presentazione della lista ma non nascondo che in una simile situazione politica e mi riferisco a quella di Saronno gli onesti dovrebbero contrastare l’Asse dell’inciucio PD +FI + Lega. Mi auguro che la vera destra Saronnese ed i veri comunisti Saronnesi vogliano riflettere attentamente su ciò che sta accadendo alla politica a Saronno e decidano di sostenere l’onesta politica. Anche la Presidente di Rinnovamento per l’Italia Graziella Vallelunga detta Paola candidata Capolista è sconcertata da questo scenario politico nazionale ma anche locale, per i partiti storici  non esiste più un’identità politica ne esistono valori , tradizioni ma solo  sete di potere, soldi e poltrone per garantirsi  l ‘ormai classico potere della salvaguardia del posto e per garantirlo all ‘amico dell’ amico questo è ciò che danneggia e che ha danneggiato  la nostra Nazione i nostri Italiani e soprattutto i nostri giovani  italiani che  la mala politica  costringe a scappare  dall  Italia e da chi  politicamente non li rappresenta più perché ne mortifica progetti e creatività e quindi futuro,  in fondo continua ancora la Presidente Vallelunga ha proprio ragione Chiappucci “i politici sono tutti falsi”  riferito ovviamente solo a quelli che dell’inciucio al solo scopo di guadagno ne fanno la loro priorità…..

Segretario Politico Nazionale di Rinnovamento per l italia  Francesco Maurizio Mulino

Agenflash.it/VALLELUNGA CHIEDE IL RINVIO DELLE ELEZIONI REGIONALI 2015

Vallelunga chiede il rinvio delle elezioni regionali 2015. 

Come ormai spesso accade noi come altri, siamo vittime di ingiustizia, gli Enti preposti in questo caso le Amministrazioni Regionali ritardano nei loro adempimenti obbligando tutti i Partiti neo nati e le Liste realmente civiche a fare una “corsa contro il tempo”. Le Istituzioni Regionali o per meglio dire i Presidenti uscenti delle Regioni al voto, hanno indetto la data di inizio degli adempimenti per la presentazione delle Liste elettorali appena 20/30 giorni prima della data ultima fissata per la presentazione delle Liste elettorali, ad esempio la Campania le ha indette il 09 aprile con presentazione delle Liste entro il 01 Maggio 2015 alle ore 12,00, termine ultimo per presentare le Liste alla competizione elettorale, 22 giorni di tempo per raccogliere circa 12000 firme di sottoscrittori mentre sulla gazzetta ufficiale in palese contrasto si evidenziano 60 giorni di tempo per effettuare gli adempimenti mentre la legge nazionale con maggior cognizione di causa concede giustamente 180 giorni. Tale sistema non solo ci penalizza in maniera incostituzionale, ma promuove a nostro parere la pessima pratica delle famose firme false cioè quelle raccolte senza la presenza di un funzionario abilitato all’atto delle sottoscrizioni se non addirittura dati e firme presenti in data base stampati e successivamente illegalmente autenticati. Un sistema che danneggia la Democrazia, un sistema che nuoce ai cittadini che hanno il diritto Costituzionale di unirsi per presentarsi alle competizioni elettorali. Inoltre tale atteggiamento lascia spazio a molti dubbi, dubbi attinenti alla buona fede di chi ha promulgato la norma lasciando appena 22 giorni di tempo per gli adempimenti. Noi del Partito Rinnovamento per l’Italia non ci stiamo a subire in silenzio la grande ingiustizia che ci discrimina fortemente, e per tali motivazioni abbiamo deciso di scrivere in data odierna al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella chiedendo il suo intervento quale Garante della Costituzione ed al Ministro Angelino Alfano chiedendo che la data per le elezioni Regionali sia posticipata almeno ad ottobre (sempre nei 180 giorni) affinché anche noi si possa esercitare i nostri sacrosanti diritti Costituzionali di competere con le nostre Liste elettori.
ecco il testo della missiva trasmessa:
—– Messaggio Originale —–
Da: esecutivonazionale@pec.centrodestraitalia.eu
A: protocollo.prefve@pec.interno.it, protocollo.prefna@pec.interno.it,
protocollo.centrale@pec.quirinale.it, caposegreteria.ministro@interno.it
Inviato: Tue, 14 Apr 2015 18:51:01 +0200
Oggetto: Richiesta di rinvio della data fissata delle Elezioni Regionali
Ill.me Istituzioni,la Regione Campania così come il Veneto hanno Emanato il decreto di convocazione dei comizi da parte del Presidente delle rispettive Giunte e sue pubblicazioni nelle Gazzette Ufficiali con molto ritardo rispetto agli annunciati, dai decreti Regionali, 60 giorni antecedenti la data fissata per le elezioni Regionali.
Tali comunicazioni sono apparse sul sito della Regione Campania il 9 Aprile 2015 mentre su quello della Regione Veneto il 02 Aprile 2015 circa.
La data ultima di Presentazione delle Liste elettorali è stata fissata per il 30 Aprile/01 Maggio 2015 è pertanto non in linea con i 60 giorni di tempo citati dai rispettivi decreti Regionali di Campania e Veneto
così come presumibilmente di altre Regioni. In sintesi chi ha fissato le predette date lo ha fatto a mio avviso, in
maniera faziosa allo scopo, di non consentirci di raccogliere le firme dei sottoscrittori necessarie alla presentazione delle nostre Liste elettorali nei tempi utili, cioè appena 20/30 giorni di tempo sono
quelli concessi e non i 60 giorni come su descritto (ricordo che una legge meglio pensata concedeva 180 giorni di tempo per gli adempimenti).
Per le motivazioni su espresse ci appelliamo alla Carta Costituzionale della Repubblica Italiana, oltre che al buon senso, nel Chiedere a Lei Presidente della Repubblica di adempiere ai suoi doveri di Garante, ed a
Lei Ministro degli Interni di posticipare la data prevista per le Elezioni Regionali dal 31 maggio 2015 ad almeno il 30 ottobre 2015 o data ritenuta idonea nei tempi, concedendo così a tutti coloro che lo
desiderano di raccogliere le firme dei sottoscrittori nei termini previsti dalla legge ed in maniera da concedere anche a noi il sacrosanto diritto Costituzionale di poter presentare le nostre Liste alle competizioni elettorali Regionali 2015.
Tali sottoscrizioni rammento devono essere svolte alla presenza di pubblico ufficiale autorizzato e non diversamente, come svariate volte accaduto in passato per soggetti poi stati attenzionati dalle
Magistrature, siamo comunque certi che chi vigila nel merito saprà farlo con capacità è professionalità e pertanto gode della nostra personale fiducia. In attesa di una Vostra risposta Ill.me Istituzioni Vogliate
gradire i nostri cordiali saluti.
Partito Politico
Rinnovamento per l’Italia
Promotore del Raggruppamento politico
Centrodestra per l’Italia
La Presidente
Graziella Vallelunga
Il Segretario Politico Nazionale
Francesco Maurizio Mulino

wwww.rinnovamentoperlitalia.eu

www.centrodestraperlitalia.it

www.centrodestraunito.it

Elezioni Campania 2015 De Luca appoggia Caldoro….

Le ultime novità sugli “inciuci” del cosiddetto centrosinistra PD e centrodestra ex PDL che oramai politicamente ben poco rappresentano sia ideologicamente che moralmente parlando, entrambi se non per il numero di elettori fuorviati dalle loro apparizioni sui media e dal potere che possiedono e che non mancano di evidenziare…… . In Campania Caldoro ripropone il bis di ben 5 anni di Governo regionale che hanno reso irriconoscibile sia Napoli che la regione intera, pertanto un bis del nulla di fatto nella concretezza, in questi anni di Governo Caldoro sarebbe da evitare, le uniche positività se così si possono chiamare sono state quelle che non hanno procurato danni alla Regione cioè zero, niente di positivo tra lui e De Magistris, il detto vedi Napoli e poi muori sembra purtroppo sempre più attuale…… . De Luca invece non vuol vincere, si propone a poca distanza dalla presentazione delle Liste elettorali con qualche battutina ma nulla che evidenzi ne la voglia ne la forza di un competitor che realmente ambisce alla poltrona Presidenziale della Campania, facile pensare che i precedenti colloqui tra i due abbiano prodotto un accordo di non belligeranza, infatti si leggono sul web dichiarazioni di Caldoro che rassicurano De Luca che i suoi problemi giudiziari non saranno usati in Campagna elettorale mentre De Luca procede con la raccolta firme con fatica, addirittura paventa un’alleanza con un Centrodestra per De Luca, cosa vorrà mai rappresentare un Centrodestra per De Luca, esponente PD di radice ben nota? Queste elezioni 2015 Campane hanno già il sapore di un piatto pre-confezionato ad hoc per i cittadini elettori che vengono spinti a credere all’incredibile, cioè al fatto che ancora esistano un centrodestra e un centrosinistra che si sfidano per promuovere le rispettive ideologie…. . Doveroso aprire gli occhi e rendersi conto che il PD ha distrutto l’ex PDL colpendolo al cuore in maniera cosi forte da perdere il proprio senso ideologico e politico, un tempo i grandi elettori di sinistra si univano contro temi quali il fascismo contro una politica opposta a quella di sinistra, oggi non c’è più il fascismo contro cui lottare non c’è più un Berlusconi da combattere non c’è più un PDL contro cui unirsi è quindi non c’è più neanche una sinistra idealista, una sinistra degna di questo nome, sono numericamente inferiori alle grandi formazioni politiche di coloro che ancora possono dire di portare avanti sani valori politici, gruppi, Partiti e Movimenti che in competizione elettorale raccolgono voti marginali rispetto ai numeri necessari per poter vincere e Governare in autonomia. I grandi voti sono oggi di dominio del PD che ricordo oggi essere al Governo del Paese con Alfano, che è stato capace con Renzi di fare ed ancor peggio dopo tradire il famoso Patto del Nazareno o come lo definisco io “Inciucio” del Nazareno. Un PD che Governa quasi tutte le Regioni, Province e Comuni Italiani e che con tutta la territorialità Governata, l’unica cosa che è stato in grado di fare e di recuperare denaro imponendo tasse e pagamenti alle già martoriate fasce deboli e riempire il Paese di Clandestini ed immigrati etc… etc…. Mentre l’Ex PDL o per meglio dire i suoi Senatori e Deputati o ciò che politicamente resta di loro si lecca ancore le ferite inferte dal PD, quelli più scaltri per sopravvivere fanno accordi con il PD proponendo liste trasversali o altro de generis…….. . Tranquillo Popolo Campano Caldoro vincerà in ogni caso la competizione elettorale grazie anche al supporto di De Luca che poco farà per aggiudicarsi la Vittoria quindi votare l’uno o l’altro poco cambia in questo contesto. Cosa resta ai cittadini? Dare una sonora lezione ad ambedue andando a votare e scrivendo sulla scheda elettorale “Campania libera”, perché la libertà di scegliere chi o cosa votare ad oggi non ve l’hanno ancora tolta, la Democrazia si, privandovi di eleggere Province e Senato, modificando la Costituzione senza chiedere il parere al Popolo che un tempo fu “Sovrano”, ma il voto ancora non sono riusciti a togliervelo, pertanto esercitatelo secondo coscienza, la coscienza di quegli uomini pensanti, quelle menti che non vogliono l’oppressione e che non accettano di essere privati della loro dignità e che pretendono serietà dalla strapagata politica, che pretendono la vera Libertà di espressione di voto e di scegliere tra diverse e leali (verso i cittadini) rappresentanze politiche affinché, chi Governi rispetti le ormai innumerevoli volte disattese promesse elettorali. Noi del Partito Rinnovamento per l’Italia siamo nati da poco e con lealtà ci stiamo proponendo agli elettori, ci abbiamo provato in Sicilia a Termini Imerese contro una Lista cosiddetta trasversale PD ed ex PDL NCD compreso ( la chiamiamo la lista dell’asso piglia tutto) hanno vinto, erano tutti amichevolmente insieme centrodestra e centro sinistra, purtroppo non siamo riusciti a vincere ed il Comune continua nella sua inconcludenza così come già accaduto negli anni precedenti. In Campania abbiamo provato ad essere presenti con una nostra lista elettorale, se necessario avremmo anche candidato alla Presidenza della Regione la nostra Presidente Paola Graziella Vallelunga o il Segretario nazionale Francesco Maurizio Mulino al fine di rendere liberi dalla schiavitù del bisogno in cui la cattiva politica tiene i cittadini dell’intera Regione, ma purtroppo non c’è la facciamo con la raccolta firme. Quindi cari amici, la nostra indicazione alle prossime elezioni Campane è di andare a votare scrivendo in grande ed in maniera leggibile sulla scheda elettorale CAMPANIA LIBERA!
Rinnovamento per l’Italia
Ufficio Stampa
ufficiostampa@rinnovamentoperlitalia.tv
www.rinnovamentoperlitalia.it
www.rinnovamentoperlitalia.eu

Centrodestra per l’Italia unico Centrodestra unito si presenterà autonomamente in Campania ed in Veneto.

25 marzo 2015 – Francesco Maurizio Mulino (Segretario Nazionale) e Paola Graziella Vallelunga (Presidente) del Partito Politico RINNOVAMENTO PER L’ITALIA Promotore della neo-nata Coalizione CENTRODESTRA PER L’ITALIA Comunicano: “Ci presenteremo  con le nostre Liste elettorali sia in Veneto che in Campania con la nostra Coalizione autonoma CENTRODESTRA PER L’ITALIA  quale unico centrodestra unito, innovativo e credibile capace di portare un vento nuovo per un reale Rinnovamento sia in Veneto che in Campania”. Il Segretario nazionale Francesco Maurizio Mulino, informa che al momento non sono stati ancora decisi chi saranno i Candidati alla Presidenza.
“Le nostre proposte sono concrete risposte ai problemi dei cittadini, le politiche devono tendere ad essere risolutive delle problematiche non con carattere di temporaneità con tempi di realizzazione scanditi. Questo non è più il tempo delle promesse, ma delle certezze”.
Ricordiamo che a livello nazionale siamo gli unici che promuovono il “Privilegio di cittadinanza agli italiani” perché, il forte ingresso in questo decennio di clandestini in Italia ha configurato una situazione anomala nel Paese, gli italiani quasi come ospiti nella loro Patria, ciò in particolare è maggiormente palpabile nel mondo del lavoro e nei rapporti tra cittadino e Pubblica Amministrazione, quest’ultima forse per non essere accusata di razzismo o di favoritismo ha di fatto creato una situazione rovesciata, l’italiano che si rivolge alla P.A. si ritrova in secondo piano rispetto al cittadino ospite (sia questo regolare in Italia che Clandestino). Un sistema che fomenta una diversa tipologia di razzismo e di discriminazione che sta acerberando giorno dopo giorno sempre di più la convivenza tra italiani e stranieri nel nostro Paese.Il Partito Rinnovamento per l’Italia promotore del Centrodestra unito crede nella necessità politica di riequilibrare la convivenza in Italia tra Cittadini italiani e stranieri attraverso l’introduzione di una legge che sancisca quelli che noi definiamo sacrosanti diritti di appartenenza, diritti di Patria e conferisca ai Cittadini italiani il Privilegio di Cittadinanza particolarmente nei rapporti con gli uffici della Pubblica amministrazione in tutte le sue realtà. Sia la Presidente Paola Graziella Vallelunga che il Segretario nazionale Francesco Maurizio Mulino concordano nel definire il PRIVILEGIO DI CITTADINANZA per gli italiani una bilancia indispensabile sia a smorzare le tensioni createsi dall’ingresso in Italia di clandestini che quale mezzo di prevenzione che concorre a ridare la dignità sottratta agli italiani dal sistema in uso. D’altronde tutte le maggiori istituzioni promuovono teoricamente il valor di Patria chiaramente sconosciuto se si parla di Italia ai clandestini.
Centrodestra per l’Italia
Ufficio Stampa
ufficiostampa@rinnovamentoperlitalia.tv
www.centrodestraunito.it

RINNOVAMENTO PER L’ITALIA CHIEDE PIU’ TUTELE PER LE GUARDIE GIURATE

RINNOVAMENTO PER L’ITALIA  CHIEDE PIU’ TUTELE PER LE GUARDIE GIURATE DI MILANO IN VISTA DELL’EXPO. CHI VIGILA SUGLI ISTITUTI DI VIGILANZA ? Inutile negare le continue segnalazioni ricevute continuamente da parte di guardie giurate e da parte di sindacati di categoria che segnalano sempre più meno tutele per la loro incolumità e per le loro condizioni contrattuali.

Un istituto di vigilanza può permettersi di negare lo stipendio alle loro guardie pur incassando regolarmente i proventi dei servizi forniti in tanti casi a pubbliche amministrazioni, come può permettersi di non garantir in primis sicurezza alle guardie giurate stesse che dovrebbero a loro volta garantire alla cittadinanza servizi di delicata natura a fianco alle forze di polizia? A quanto pare si…succede Auspichiamo che i Prefetti  vigilino un pò di più attenzionando  situazioni di questo tipo  che creano  allarme dal punto di vista sociale, non si può non garantire uno stipendio ad un padre di famiglia  e non si può quindi non garantire uno stipendio a padri di famiglia armati  che spesso vengono anche , massacrati da  turni di lavoro estenuanti per creare alla fine  un disoccupato sfruttato, armato e senza future prospettive.

In vista dell’ expo e considerata l’attuale situazione di allerta terroristica chiediamo al Prefetto di Milano di attivarsi a creare un osservatorio sull’evento e sulla gestione della sicurezza sussidiaria.
Il direttivo del partito Rinnovamento per l’ Italia esprime massima solidarietà alle guardie giurate d’ Italia rendendosi disponibile ad azione atte a creare più tutele anche nei confronti degli istituti di vigilanza che operano nel pieno rispetto delle norme e della legalità. Stiamo vivendo momenti critici sia da un punto di vista sociale che criminale  e a me innanzitutto come donna  come cittadina italiana ma soprattutto come Presidente di Rinnovamento per l Italia risulta inaccettabile pensare che ci sia chi non si ricorda di tutelare categorie cosi importanti come le guardie giurate  ma anche tutte le forze  dwell ordine che dovrebbero  vigilare a  salvaguardia del  nostro Paese  dei nostri cari dei nostri figli ..spesso  con una ricompensa da fame..

Ufficio stampa

ufficiostampa@rinnovamentoperlitalia.tv

www.rinnovamentoperlitalia.eu

www.centrodestraunito.it

www.centrodestraperlitalia.it